Romanzo Radicale, la docufiction a 5 anni dalla morte di Pannella

marco pannella

Arriverà sulla Rai il prossimo autunno, per la regia di Mimmo Calopresti

Era il 19 maggio del 2016, cinque anni fa. Moriva Marco Pannella, il leader politico che portò temi, conflitti e diritti nuovi nella vita sociale italiana.

Romanzo Radicale, la docufiction a 5 anni dalla morte di Pannella. Arriverà sulla Rai il prossimo autunno, per la regia di Mimmo Calopresti

Una docufiction Rai in arrivo in autunno racconterà dell’esperienza umana e politica di Pannella, leader e anima del Partito Radicale, decisivo su tanti fronti del cammino di emancipazione e libertà del Paese, con l’eloquio torrenziale e il silenzio dei digiuni, la presenza attivissima in Parlamento e il ricorso ai referendum. Andrea Bosca veste i panni del leader dei Radicali. Scritto da Monica Zapelli, Luca Lancise con la collaborazione di Mimmo Calopresti che firma la regia. Una coproduzione Rai Fiction-Italian International Film, prodotta da Fulvio e Paola Lucisano.

Nel 1959 l’Italia è un Paese nel quale la legge non consente di divorziare, l’aborto è un reato, il servizio militare un obbligo. Meno di vent’anni dopo, divorzio, aborto, obiezione di coscienza sono diventati diritti irrinunciabili che nessun partito oserebbe mettere in discussione. Dietro questa rivoluzione c’è un uomo che, quando inizia tutto questo, non è un deputato, non ha spazi televisivi pronti a dargli voce o un grande partito che lo protegga. Eppure, Pannella riesce a scuotere l’Italia e a vincere la battaglia referendaria del divorzio perché è mosso dalla convinzione, semplice e rivoluzionaria, che la politica debba occuparsi della vita delle persone e della loro felicità. E per farsi ascoltare, inventa un nuovo linguaggio della politica fatto di digiuni, arresti, provocazioni. Romanzo radicale è il racconto dell’avventura di Pannella e del Partito Radicale attraverso le risorse espressive della fiction per i momenti più intimi; il repertorio per i gesti di Giacinto detto Marco Pannella che hanno fatto epoca e che nessuna rappresentazione riuscirebbe a restituire con la stessa forza; la voce degli amici o di chi con lui ha discusso e a lui si è opposto. Un controcanto utile e necessario per restituire, almeno in parte, la vita e la complessità di uno straordinario uomo del Novecento.

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>