Boeing, Boeing: una commedia tutta da ridere

boeingboeing

Gianluca Guidi nei panni di un rubacuori

E’ in scena fino al 13 Aprile al Teatro Quirino di Roma Boeing Boeing, commedia esilarante destinata al successo.

Giangluca Guidi si destreggia sul palco, da esperto rubacuori italiano, in relazioni sentimentali di carattere internazionale, con una hostess spagnola, una tedesca e una americana; interpretate rispettivamente da Barbara Snellenburg, Marjo Berasategui e Sonja Bader, ognuna delle quali è ignara dell’esistenza dell’altra.

Bernardo, amministra le relazioni mediante la tabella degli orari per le compagnie per le quali le donne lavorano, in modo tale che  non si incontrino mai.

A fare da complice, in questa triade sentimentale, è la sua domestica Berta che reimposta continuamente i menù in base all’arrivo e la partenza della fidanzata. Inaspettatamente  in casa di Bernardo arriva un vecchio compagno di classe, Roberto. Quest’ultimo, ingenuo e buffo personaggio, incosapevolemente si troverà ad affrontare i  malintesi che si vengono a creare. Ma a stravolegere la vita da poligamo di Bernardo è l’avvento di un nuovo Jet Boeing che rischia di far saltare le previsioni temporali del protagonista.

Guidi conduce la commedia da bravo attore qual è, in modo ritmico e sferzante, alternando la propria parte di latin lover  con sicurezza e autoironia;

La farsa è anche accompagnata da toni caustici e sprezzanti della simpaticissima Berta, interpretata divinamente da Ariella Reggio, la sua fedele domestica, la quale regge il “gioco” sentimentale con arguzia e irriverenza.

Eppure la vita da poligamo di Bernardo viene stravolta dalla visita di Roberto, vecchio compagno di classe che rappresenta il vero protagonista morale e leale, i cui panni vengono vestiti magistralmente da Gianluca Ramazotti, ingenuo, ed esilarante personaggio che vive in un suo mondo; nonostante egli rappresenti la parte buffa della commedia, gestisce con ingenuità e a volte con coraggio i malintesi piacevoli che si vengono a creare.

Gli attori vengono accompagnati da una regia firmata da Mark Schneider, il quale con garbo ed eleganza ha diretto  con disinvoltura e ironia i vari eventi, cogliendo al contempo gli stereotipi delle culture nazionali che si vengono a confrontare.

Serena Alagia

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>