Accorsi fa il paciere: “Pensiamo ai lavoratori”

sa

L’attore, direttore artistico della Fondazione Teatro della Toscana, getta acqua sul fuoco nella polemica tra mondo dello spettacolo e governo sull’ultimo Dpcm

“Se si va avanti senza dialogare i toni non potranno che accendersi, per questo io credo che si debba dialogare perché questo non è il momento di litigare, è il momento di trovare delle soluzioni insieme e di andare avanti, tutti uniti”.

Accorsi fa il paciere: “Pensiamo ai lavoratori”: l’attore, direttore artistico della Fondazione Teatro della Toscana, getta acqua sul fuoco nella polemica tra mondo dello spettacolo e governo sull’ultimo Dpcm

Così la vede l’attore Stefano Accorsi, oggi a Firenze nel ruolo di direttore artistico della Fondazione Teatro della Toscana – che comprende il teatro della Pergola del capoluogo, ma anche realtà di Pontedera (Pisa) e Scandicci (Firenze) – che ha dovuto anch’essa sospendere gli spettacoli come previsto dall’ultimo Dpcm emanato contro la pandemia. Il Dpcm del 25 ottobre, in vigore fino al 24 novembre, ha infatti colpito anche una parte del mondo culturale imponendo la chiusura di cinema, teatri e sale da concerto.

Una decisione, quella del governo, che ha causato la sollevazione del settore, già pesantemente danneggiato dal primo lockdown, e una lettera aperta di diversi registi, anche di orientamenti diversissimi, al premier Giuseppe Conte e al titolare del Mibact Dario Franceschini. Secondo Accorsi “adesso la priorità sono i lavoratori, facciamo qualcosa per i lavoratori dello spettacolo che hanno sofferto anche più di altre categorie, perché i teatri sono stati i primi a chiudere e come vediamo saranno gli ultimi a riaprire, difficile dire quando. Quindi incontriamoci, parliamo di questo, al di là che chiudere un teatro dal punto di vista etico è una cosa forte – ha concluso Accorsi – ma adesso la priorità sono i lavoratori e la protezione delle persone”.

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>