Il ritorno dei ladri in rosso con la faccia di Dalí

download-1

Il 3 aprile arriva su Netflix la quarta stagione de La casa di carta

Creata da Álex Pina,e inizialmente pensata solo per una stagione, “La casa di carta” è andata in onda sulla televisione spagnola e, dopo la distribuzione internazionale ad opera di Netflix, è esplosa, guadagnando milioni di spettatori. La prima stagione è stata rilasciata in due parti, così come la seconda, divisa in Parte 3 e Parte 4. Proprio quest’ultima uscirà sulla piattaforma streaming di Netflix il prossimo 3 aprile. “Tutto può andare a puttane in un millesimo di secondo”: inizia con queste parole il trailer de “La casa di carta 4”.

La casa di carta 4: i ladri in rosso con la faccia di Dalì stanno tornando

Ci aspettano 8 puntate da vedere tutte d’un fiato, ricche di suspense, esattamente come le precedenti. Si inizia nel pieno del caos, proprio nello stesso modo in cui avevamo lasciato “La casa di carta 3”. Il Professore, interpretato da Álvaro Morte, è convinto che Lisbona (Itziar Ituño) sia stata giustiziata ed è pronto a fare una guerra senza pietà. Rio (Miguel Herrán) e Tokio (Úrsula Corberó), assediati nella Banca di Spagna, hanno fatto saltare in aria un carro armato. Nairobi (Alba Flores) è stata colpita a tradimento dai cecchini lanciati dall’ispettore Alicia Sierra (Najwa Nimri). La banda sembra sul punto di crollare. La nuova parte dovrà, dunque, dare molte risposte. Gli otto episodi, che compongono la quarta parte, saranno incentrati più sul dramma e meno sull’azione. A rivelarlo è proprio Álex Pina. Passeremo dalla rapina alla zecca di stato spagnola, a quella alla Banca di Spagna, e l’adrenalina farà un po’ più di spazio ai sentimenti, perché questa è l’asso nella manica de “La casa di carta”: amore, crimine, segreti e sotterfugi. Un mix esplosivo che speriamo non ci deludi con questa quarta parte.

Katia Tosto 

Il trailer de “La casa di carta 4″ in italiano

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>