Una straordinaria esecuzione orchestrale per “The Legend of Zelda”

Zelda 0

Ha fatto tappa a Roma un eccezionale evento che ha riunito gli appassionati di tutte le età della storica serie di videogiochi The Legend of Zelda

Dopo aver registrato il tutto esaurito nei più importanti teatri del mondo, Tokyo, Boston, Toronto, New York, Los Angeles, Londra, Parigi e Milano, il tour del concerto sinfonico “The Legend Of Zelda: Symphony Of the Goddesses” è tornato in Italia ed ha debuttato a Roma il 15 novembre, nella bellissima cornice dell’Auditorium Conciliazione.

L’imponente e toscana Ensemble Symphony Orchestra di 90 elementi diretti dall’americana Amy Andersson, è riuscita a celebrare le musiche (composte da Koji Kondo) della storica serie di videogiochi  “The Legend of Zelda”,  regalando così a tutti i fan uno spettacolo indimenticabile. Una sincronia perfetta tra audio e video in cui la colonna sonora, che sembrava nata per essere eseguita da un’orchestra sinfonica, era impreziosita dalle immagini della saga proiettate su un grande schermo.

A fare da pubblico persone di tutte le età, venute da ogni parte dello stivale e soprattutto grandi appassionati del videogioco. Abbiamo incontrato ragazze e ragazzi travestiti da Zelda, Link, Sheikah, Gerudo e Bunny Hood, altri con magliette e cappellini con il simbolo del Triforce ed altri ancora in fila al banco del merchandise per acquistare un qualsiasi accessorio o capo d’abbigliamento ufficiale e tutti, o quasi, pronti a sfoderare i loro Nintendo DS per giocare in contemporanea all’esecuzione orchestrale e per scambiare dati e condividere contenuti con gli altri giocatori presenti in sala. Mentre aspettiamo l’ingresso dei musicisti ascoltiamo i discorsi in platea di tanti piccoli Nerd in erba che si domandano accorati che fine abbia fatto la versione del gioco in HD sulla nuova Nintendo 3DS.

I musicisti salgono sul palco puntualissimi mentre c’è ancora chi si sta accomodando in sala, poi le luci si abbassano ed arriva il direttore d’orchestra, una bellissima donna che riesce a sovrapporre perfettamente i brani alle immagini proiettate sullo schermo. Dopo un primo quarto d’ora di concerto l’esecuzione viene interrotta dall’intervento in video di Shigeru Miyamoto, creatore del gioco, che ci racconta brevemente la storia del chip audio creato solo per The Legend Of Zelda augurandoci poi buon divertimento.

Durante le due ore di concerto abbiamo potuto ascoltare i principali temi musicali della saga e apprezzarne l’esecuzione perfetta dell’orchestra esaltata dall’acustica della sala dell’Auditorium Conciliazione e pur non essendo esperti appassionati di videogiochi siamo riusciti ad emozionarci in questa alternanza continua di ritmi incalzanti e momenti rilassanti. Il potere della musica lo conosciamo molto bene, può darci serenità ed energia al tempo stesso ma quello che più ci ha colpito di questo evento decisamente atipico è stato vedere persone di età e mondi completamente differenti condividere lo stesso amore e gli stessi ricordi.

Chiara Parisi

 

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!



Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>