Servono braccia e competenze: chiamate loro

cm

I tecnici dello spettacolo vogliono dare una mano nell’emergenza sanitaria

Il mondo dello spettacolo è tra quelli più pesantemente danneggiati dal blocco economico causato dalla dall’emergenza sanitaria. Fermo già da due mesi, si interroga su come potrà ripartire dopo la crisi. Alle spalle degli appelli social delle star c’è un esercito invisibile e indispensabile: quello dei tecnici del settore, abituato a stare dietro le quinte, che monta luci, palchi, coreografie, ora senza lavoro né – ancora per poco si spera – materassi ad attutire la caduta. Persone che, anziché aspettare gli aiuti promessi dal governo, vorrebbero rendersi utili con la propria professionalità, facendo qualcosa di produttivo per il Paese in questo difficile momento. È nata così la piattaforma #Chiamatenoi, che mette insieme professionisti e aziende attivi nell’organizzazione di eventi, per offrire la disponibilità e la competenza dei lavoratori dello spettacolo.

Allenati a lavorare con tempistiche strette possono garantire un valido supporto alla realizzazione delle strutture richieste per fronteggiare l’emergenza sanitaria. A sostegno dell’iniziativa si sono già schierati diversi artisti, come Ermal Meta, Laura Pausini, Giuliano Sangiorgi, Giorgio Panariello, Fiorella Mannoia, Nek, Andrea Bocelli, Umberto Tozzi.

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>