Tommaso Paradiso: ‘Ricomincio da me’

tommaso-paradiso

La nuova strada da solista dell’ex frontman dei Thegiornalisti

È andata in onda il 31 gennaio, su Sky tg 24, l’intervista a Tommaso Paradiso, ex frontman della band Thegiornalisti. Il cantautore romano ha ripercorso le tappe fondamentali della sua carriera, dal suo primo approccio alla musica, sino alla rottura con i suoi amici musicisti e all’inizio del nuovo percorso da solista. Conversando con il vicedirettore della testata All-news, Omar Schillaci, Tommaso Paradiso alterna ricordi e piccole esibizioni di alcuni dei suoi brani. L’intervista si apre con il cantautore che canta al pianoforte “I nostri anni”, il suo ultimo inedito. È il brano in cui lui ripercorre le sue origini, la sua Roma, le sue amicizie.

Tommaso è cresciuto con le canzoni di John Lennon, di Mina, Venditti, Celentano, grazie all’influenza di sua madre. Spesso viene paragonato allo storico cantautore romano, Venditti. Il giovane non può che esserne orgoglioso, ma ci tiene a specificare che ognuno ha la propria identità musicale. Oltre al suo nuovo album, che conterrà circa 11 canzoni, Tommaso Paradiso ha preparato anche la sceneggiatura di un film che spera di vedere presto in sala: “ho consegnato la sceneggiatura qualche giorno fa ed è stata molto apprezzata – racconta nell’intervista -, adesso dobbiamo solo girare. È un film dove si mischiano romanticismo e tanta malinconia, c’è un perdente, che è il protagonista, che però ha un riscatto. È la storia che avrei voluto raccontare e l’ho raccontata. La vedremo a breve, non a brevissimo ma a breve”.

Parlando degli attuali rapporti con i suoi ex compagni di musica, il cantante afferma di sentirli ancora, e di volergli ancora bene, ma che purtroppo la rottura è stata dovuta dalla perdita del filo logico che li teneva insieme. Per ciò che riguarda i viaggi, invece, confessa a Schillaci di essere molto legato al Mediterraneo, alle bellezze della sua Italia, ma di aver progettato un viaggio in Giappone per la curiosità di scoprire nuove cose.

Segue un estratto di “Non avere paura”, altro grande successo di Paradiso, che nel video racchiude grandi personalità facenti parte del mondo della musica italiana e dello show business. Alla domanda di Schillaci “A chi hai detto non avere paura?”, Tommaso risponde: “avrei voluto sentirmelo dire io da qualcuno”. Tra i protagonisti del videoclip, c’è Vanzina, personaggio molto stimato ed ammirato dal cantautore, che è cresciuto con i suoi film, oltre che con quelli di Tarantino. Confessa però che, quando ha bisogno di spensieratezza, si abbandona a film più leggeri, come quelli di De Sica. Ricorda, inoltre, di aver avuto un piccolo cameo in un film di Vanzina, interpretando se stesso.

Durante l’intervista si parla poi di “Dr. House”, una canzone intensa, che lo emoziona, al punto tale da dover nascondere l’emozione dietro un paio di occhiali scuri, durante i suoi concerti. A smuovere così tante l’animo del cantante è anche la hit “Questa nostra stupida canzone d’amore”. Tommaso Paradiso non ha mai nascosto il suo amore per i film di altri tempi, mostrando la sua ammirazione per gli attori citandoli nelle sue canzoni, come Bud Spencer e Terence Hill, o Fantozzi. Prima ancora di vedere film, però, il cantautore aveva la passione per gli anime, come “Holly e Benji”, “I cavalieri dello zodiaco” e “Kenshiro”. Oltre ad essere diventato un sex simbol, Tommaso Paradiso ha anche un background culturale importante, segnato da una laurea in filosofia.

Paradiso, che a ottobre partirà per un tour nei palazzetti, racconta poi del rapporto che ha con i giudizi altrui, spiegando che li accetta tutti: “Ci sono due correnti, c’è chi pensa che io sia antipatico, me la tiri, che tutto quello che ho guadagnato sia frutto del caso e della fortuna, e poi c’è chi conosce bene la mia musica e quello che tento di esprimere ogni volta. Mi prendo questo divisionismo che ruota intorno al mio personaggio, mi va benissimo. È pure giusto che ci sia una pluralità di voci e non un pensiero unico attorno al musicista”. Accenna un motivetto al pianoforte, e alla domanda se potrebbe essere la colonna sonora del suo film, Paradiso sorridendo risponde: “potrebbe, o potrebbe essere qualcos’altro”.

Dopo aver visto un live di “Completamente”, Tommaso Paradiso risponde a Schillaci, che gli chiede: “hai mai pensato basta?”, confessando di aver avuto un momento buio dopo l’uscita, nel 2012, del disco dei Thegiornalisti “Vecchio”. Fu un esercizio di stile, che andò malissimo, portando solo 6 o 7 concerti. Il successo non tardò ad arrivare con l’uscita di “Fuoricampo”. L’aver toccato quasi il fondo nel 2012, ha aperto gli occhi a Paradiso, che ha capito che: “bisogna cantare ciò che si è”. L’intervista si conclude con un inciso con chitarra e voce del brano “Non avere paura”.

Katia Tosto

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>