P.S. I Love You, perché l’amore non muore mai

p-s-love-you-film-hilary-swank-gerard-butler-avra-cinema-v4-427047-1280x720

Annunciato il sequel del film tratto dal romanzo di Cecilia Ahern

Nel 2007 esce “P.S. I Love You”, diretto da Richard LaGravenese, e tratto dall’ omonimo romanzo di Cecelia Ahern. Il film vede protagonisti Hilary Swank e Gerard Butler. La giovane Swank interpreta Holly Kennedy, una donna distrutta dalla morte del marito, che si ritrova troppo presto a dover fare i conti con la perdita dell’amore della sua vita. Ma non c’è mai stata assenza più presente di quella di Gerry Kennedy (Gerard Butler), che sapendo che gli sarebbe rimasto poco tempo da vivere insieme alla sua dolce metà, inizia a scriverle delle lettere e troverà il modo di fargliele recapitare tutte dopo la sua morte. È una storia commovente, che annulla ogni distanza fisica e metafisica, che trasmette il senso del vero amore. Holly, così arrabbiata con la vita per averle strappato il suo amore più grande, inizia un percorso di guarigione interiore: ogni lettera, pian piano, cuce le ferite del suo cuore, e la aiuta a continuare a vivere senza avere accanto il suo Gerry. Ogni lettera termina sempre con “P.S. I Love You”.

A distanza di 13 anni è stato annunciato il sequel del film. La scrittrice Cecilia Ahern, infatti, ha già dato alla stampa il romanzo dal titolo “Postscript”, che in Italia è arrivato nell’ottobre 2019. La storia d’amore tra Holly e Gerry proseguirà nel nuovo romanzo, continuando ad appassionare milioni di fans. La scrittrice avrebbe già consegnato i diritti per produrre il secondo capitolo del film “P.S. I Love You”. Nel sequel, faremo un balzo in avanti di 7 anni dalla morte di Gerry, e ritroveremo Holly che è riuscita ad andare avanti, a fare del suo dolore la sua forza. Inaspettatamente, però, sarà costretta a riaffacciarsi nel passato quando la sorella le chiede di raccontare la sua storia nel corso di un podcast radiofonico. Inizialmente Holly non è molto convinta di accettare la proposta, ma alla fine cede, riprende in mano le lettere ed è lì che si accorge che quei 7 anni è come se non fossero mai passati. Un tuffo nei ricordi che ispira altri malati a compiere lo stesso gesto di Gerry. Holly aiuterà queste persone a creare ciò che suo marito aveva creato per lei: una linea continua fatta di parole, di sentimento, che li ha tenuti uniti e li tiene uniti tutt’ora, seppure i loro corpi non possano più sfiorarsi.

“P.S. I Love You”: l’amore non muore mai.

In occasione della giornata degli innamorati, mettetevi comodi ed emozionatevi con la storia di Holly e Gerry, in “P.S. I Love You”, in attesa che nelle sale arrivi il sequel atteso da milioni di inguaribili romantici.

Katia Tosto

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>