La Gomera – L’isola dei fischi a breve nelle sale italiane

unnamed

Il film dal gusto esotico ci porterà alle Canarie

Arriva sul grande schermo dal 27 febbraio “La Gomera- L’isola dei fischi”, il nuovo film dal gusto esotico di Corneliu Porumboiu e distribuito da Valmyn. Cristi, interpretato da Vlad Ivanov, è un ispettore di polizia doppiogiochista della legge che si fa coinvolgere da Gilda, un’affascinante femme fatale, in un colpo multimilionario. I due protagonisti dovranno districarsi in un groviglio di inganni e tradimenti, ma l’unica speranza per portare a termine il colpo sarà approdare sull’isola mozzafiato de La Gomera, in cui impareranno a comunicare attraverso una lingua segreta basata sui fischi. Cristi proviene da una delusione per la propria vocazione, per cui inizia a lavorare per la mafia e a guadagnare con il traffico di droga, se all’inizio crede di avere tutto sotto controllo, successivamente viene travolto da una tempesta di eventi che non lo rende più padrone del proprio destino.

È un film in cui tutti mentono, tutti fanno il doppio gioco, ma le donne lo fanno meglio. La bellissima attrice Catrinel Marlon interpreta l’archetipo della femme fatale: inganna e tradisce gli uomini mettendoli l’uno contro l’altro. Lo stesso regista entusiasta della riuscita del ruolo di Gilda, ha rivelato come l’attrice sia riuscita perfettamente a infondere al personaggio la forza di manipolare gli altri, senza che questi se ne accorgano, riescendo a gestire alcune situazioni molto pericolose.

Attraverso una narrazione veloce fatte di scene brevi e incisive, con dialoghi anche violenti, come se fosse una partita a ping-pong, il regista ha dichiarato di voler lasciare un chiaro messaggio: “In una società sempre più tenuta sotto controllo, in cui ognuno è costretto nel proprio ruolo, una forma di comunicazione ancestrale può rappresentare una via di fuga; fuga dal controllo”.  Dunque, una lingua dei fischi (realmente esistente) come idea di base curiosa e stuzzicante, una narrazione senza sosta e una riflessione sul tema della libertà accompagnata dal gioco di codici appartenenti a diversi generi cinematografici, dal poliziesco, al noir, al western fino alla commedia. Sarà un mix che funziona?

Giulia Pellegrini

 

 

 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>