Fatevi psicanalizzare… davanti allo schermo

freud-netflix

Dal 23 marzo su Netflix il crime che vede come protagonista Sigmund Freud

Dopo svariati rinvii, finalmente abbiamo la data: il 23 marzo 2020 approderà sul piccolo schermo “Freud”, la serie tv crime di Netflix che vede protagonista il maestro della psicanalisi, coinvolto in un caso di un serial killer. Ambientata nella Vienna del 1886, la serie tv racconterà le vicende che vedono protagonista Sigmund Freud, interpretato da Robert Finster. Il giovane si ritroverà a dover fare i conti con una cospirazione omicida che scuote l’intera Austria. Ma ad indagare sul pericoloso serial killer, non sarà da solo. Ad affiancarlo ci saranno, infatti, la sensitiva Fleur Salomé, interpretata da Ella Rumpf, e l’ispettore Alfred Kiss, interpretato da Georg Friedrich. Nel corso delle indagini, le teorie del fondatore della psicologia contemporanea, vengono osteggiate ed ostacolate da tutti i membri della società, tranne che da Ella e Alfred. Quest’ultimo è un membro della polizia viennese ed è un veterano di guerra.

Fatevi psicanalizzare… davanti allo schermo

È una serie che mostra Freud in tutti i suoi aspetti, anche e soprattutto quelli più intimi e nascosti, quelli che lo hanno portato a creare le teorie che sono diventate le fondamenta della psicanalisi. Intrappolato tra due donne, tra istinto e ragione, avremo l’occasione di esplorare tutti i lati del genio tormentato. La produzione di “Freud” austriaco-tedesca, il regista è Marvin Kren, ed insieme a Finster, Rumpf, e Salomé, troviamo nel cast Christoph Krutzler, Mercedes Müller, Rainer Bock, Philipp Hochmair, Anja Kling, Heinz Trixner, Lukas Miko, Aaron Friesz, Brigitte Kren, Martin Zauner, Johannes Krisch e Mathias Stein. La prima mondiale della serie si è tenuta giovedì 20 febbraio ai Berlinale Series 2020. La prima stagione sarà composta da otto episodi. Netflix si prepara a sganciare una bomba affascinante, perché, per la prima volta, potremo osservare le caratteristiche di un personaggio molto importante, che in un modo o nell’altro ha lasciato un segno nella storia, e che fino ad ora avevamo solo potuto studiare dalle pagine di un libro.

Katia Tosto

Guarda il trailer di “Freud”:

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>