David di Donatello 2020: Il traditore di Bellocchio fa il pieno di nomination

david-di-donatello-2020-candidature-cinquine

Il 3 aprile su Rai 1 la 65esima edizione delle premiazioni del cinema italiano

Sono state annunciate le nomination della 65esima edizione dei David di Donatello 2020, i premi cinematografici assegnati dall’Ente David di Donatello dell’Accademia del Cinema Italiano. La cerimonia di consegna avverrà su Rai 1, il prossimo 3 aprile. Alla conduzione ci sarà Carlo Conti. Dal 2008, la cerimonia è tornata in Rai, dopo le due edizioni trasmesse da Sky, con la conduzione di Alessandro Cattelan.

David di Donatello 2020: “Il traditore” di Bellocchio record di nomination

Tra 132 film candidati, è l’opera di Marco Bellocchio ad aver conquistato ben 18 candidature, comprese quelle per miglior film e miglior regia. Di seguito, troviamo “Il Primo Re” di Matteo Rovere e “Pinocchio” di Matteo Garrone con 15. Poco distanti da questi, “Martin Eden” di Pietro Marcello, con 11 nomination, e “Suspiria” di Luca Guadagnino con 6. Sappiamo che il premio come Miglior film straniero è andato a “Parasite”, uscito già vincitore dagli Oscar 2020 con ben 6 premi, tra cui Miglior film e Miglior regista. A vincere il David per il Miglior corto è stato, invece, “Inverno”.

Tanti altri sono stati i capolavori, però, nominati in questa 65esima edizione, e, in attesa di scoprire i vincitori, ecco la lista di alcune delle nomination:

Miglior film:

“Il Primo Re” di Matteo Rovere

“Il Traditore” di Marco Bellocchio

“La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi

“Martin Eden” di Pietro Marcello

“Pinocchio” di Matteo Garrone

Miglior regista:

Matteo Rovere (Il Primo Re)

Marco Bellocchio (Il traditiore)

Claudio Giovannesi (La paranza dei bambini)

Pietro Marcello (Martin Eden)

Matteo Garrone (Pinocchio)

Miglior regista esordiente:

Igort (5 è il numero perfetto)

Phaim Bhuiyam (Bangla)

Leonardo D’Agostini (Il campione)

Marco d’Amore (L’immortale)

Carlo Sironi (Sole)

Miglior sceneggiatura originale:

Bangla – Phaim Bhuiyan, Vanessa Picciarelli

Il primo re – Filippo Gravino, Francesca Maniero, Matteo Rovere

Il traditore – Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo

La dea fortuna – Gianni Romoli, Silvia Ranfagni, Ferzan Ozpetek

Ricordi? – Valerio Mieli

Miglior sceneggiatura non originale:

Il sindaco del rione Sanità – Mario Martone, Ippolita Di MAjo

La famosa invasione degli orsi in Sicilia – Thomas Bidegain, Jean-Luc Fromental, Lorenzo Mattotti

La paranza dei bambini – Maurizio Braucci, Roberto Saviono, Claudio Giovannesi

Martin Eden – Maurizio Braucci, Pietro Marcello

Pinocchio – Matteo Garrone, Massimo Ceccherini

Miglior attrice protagonista:

Valeria Bruni Tedeschi (I villeggianti)

Jasmine Trinca (La dea fortuna)

Isabella Ragonese (Mio fratello rincorre i dinosauri)

Linda Caridi (Ricordi?)

Lunetta Savino (Rosa)

Valeria Golino (Tutto il mio folle amore)

Miglior attore protagonista:

Toni Servillo (5 è il numero perfetto)

Alessandro Borghi (Il primo re)

Francesco Di Leva (Il sindaco del rione Sanità)

Pierfrancesco Favino (Il traditore)

Luca Marinelli (Martin Eden)

Miglior attrice non protagonista:

Valeria Golino (5 è il numero perfetto)

Anna Ferzetti (Domani è un altro giorno)

Tania Garribba (Il primo re)

Maria Amato (Il traditore)

Alida Baldari di Calabria (Pinocchio)

Miglior attore non protagonista:

Carlo Buccirosso (5 è il numero perfetto)

Stefano Accorsi (Il campione)

Fabrizio Ferracane (Il traditore)

Luigi Lo Cascio (Il traditore)

Roberto Benigni (Pinocchio)

 

Katia Tosto

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>