Cartoons on the bay, torna il festival d’animazione

cartoons on the bay

L’evento Rai dal 7 al 9 aprile a Palazzo Labia a Venezia

Miti, dei e eroi. La ventesima edizione di Cartoons on the bay, in programma a Venezia dal 7 al 9 aprile, sarà incentrata quest’anno proprio sul confronto tra i popoli attraverso i miti, le religioni e i flussi migratori. Il Festival d’animazione cross-mediale e della Tv dei ragazzi promosso dalla Rai e realizzato da Rai Com, nato nel 1996, torna per il terzo anno consecutivo a Palazzo Labia nel capoluogo veneto.

Durante Cartoons on the bay saranno cinquecento le opere in concorso - provenienti da cinquanta paesi diversi (tra cui quello d’onore, il Sud Africa) - e, naturalmente, le migliori verranno premiate con i Pulcinella Awards.

La manifestazione è stata presentata stamattina a Roma, nelle sede Rai di viale Mazzini, e a fare gli onori di casa ci ha pensato il presidente Monica Maggioni che ha ricordato, dopo i tragici fatti di Bruxelles di ieri, quanto la cultura possa essere “strumento fondamentale per combattere ciò che sta accadendo. Quella che stiamo vivendo è una vicenda che si risolve esclusivamente con il braccio di ferro. Se non capiamo che è una battaglia culturale non andremo da nessuna parte. In questo il servizio pubblico è fondamentale, anche nel far sì che a dominare non siano le voci dell’odio, quelle che ci vogliono ridisegnare come una società spaccata in due, in cui ci siamo noi e loro, noi e gli altri”.

Il Festival si aprirà mercoledì 6 aprile con l’anteprima nazionale del film d’animazione Robinson Crusoe, adattamento del romanzo di Daniel Defoe che per il grande schermo sarà distribuito dal 5 maggio in Italia da Notorius Pictures. Seguiranno tre giorni ricchi di appuntamenti, nei quali una giuria internazionale premierà le migliori opere con il Pulcinella Award.

Saranno consegnati anche i premi di Pitch me! (riconoscimento dedicato alla memoria del maestro d’animazione italia Pierluigi De Mas) dalla giuria composta da altrettanti creativi: lo sceneggiatore di punta della Disney Francesco Artibani, l’autore nel settore young adult Matteo Stukul e il copertinista di Tex Claudio Villa.

Sarà consegnato, inoltre, il Pulcinella Special Award all’inventore dei giochi di ruolo online Richard Garriott e allo sceneggiatore Christopher Vogler. Il riconoscimento come Miglior studio dell’anno sarà consegnato alla factory milanese Gertie, realizzatore del film Iqbal: bambini senza paura insieme allo sviluppatore di videogiochi polacco Cd Projekt Red.

“Il prodotto per ragazzi è particolarmente forte e può diventare un fenomeno assoluto. Lo abbiamo visto con Masha e Orso o Peppa pig” ha spiegato durante la presentazione del festival l’Amministratore delegato di Rai Com, Luigi De Siervo, sottolineando che i “prodotti italiani sono tra i migliori”. ”Trasmettiamo più di 120 ore all’anno di animazione – ha aggiunto Eleonora Andreatta, a capo di Rai Fiction – E il nostro Paese, insieme a Francia e Gran Bretagna, è fra i tre maggiori produttori”.

Per il suo ventennale, Cartoon on the bay ha anche una nuova sigla realizzata da Cartoon Italia e Asifa (Associazione italiana film d’animazione) che ha come protagonista Pulcinella, testimonial dell’evento.

In programma ci saranno, inoltre, tre mostre: la prima per festeggiare i vent’anni di Cartoon on the bay, un’altra sulla fumettista Sara Pichelli e una terza sull’animatore e regista Giuseppe Laganà, scomparso a gennaio scorso, a cui è dedicato il festival.

Nel corso del festival ci sarà spazio per la solidarietà. Anche quest’anno, infatti, l’Unicef ha rinnovato la collaborazione con la manifestazione della Rai assegnando un premio speciale al Miglior prodotto a carattere sociale che ha lo scopo di invidiare il prodotto più vicino al mondo dei bambini. Sarà inoltre proiettato per le scuole di Venezia e Mestre il film e verrà presentato il cartone animato Il traguardo di Patrizia prodotto da Rai Fiction Cartoon, Larcadarte e Graphilm.

Giornalista professionista, laureata in Dams-spettacolo con una tesi su Pina Bausch, scrivo di cinema sulle pagine del Quotidiano Il Tempo. Vedo molti film (anche troppi) e serie tv. Romana, da sempre pronta per vivere a Berlino.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>