Oscars 2015, dalle statutette ai numeri

13-1421141119-oscars-2015-best-picture-nominations

Premi e dollari, tutto quello che c’è dietro all’omino dorato

Oscar-2015-900x450Senza dubbio è stata una serata piacevole, divertente e coinvolgente grazie alle battute e alla brillantezza di Neil Patrick Harris.

Per non parlare del musical introduttivo, degno di Broadway, con tanto di incursione rap firmata da Jack Black.

Bello tutto, i vestiti di alcune attrici un po’ meno. Carina Lady Gaga a proporsi come lavapiatti ufficiale con tanto di guanti rossi di silicone.

Apprezzabili Meryl Streep e Jennifer Aniston che scattano in piedi quando Patricia Arquette ritirando l’Oscar si auspica che i salari delle donne vengano equiparati a quelli degli uomini. Giustissimo il principio, fa sorridere che a urlare “You made my night!” (Hai dato un senso alla mia serata! Hai detto tutto!) siano due delle donne più pagate di Hollywood e dintorni. Calcolando poi che la seconda va orgogliosamente mostrando il suo toy boy… Mancavano giusto Julia Roberts e Madonna  per completare la gang.

Tra le prime a salire sul palco la nostra Milena Canonero, alla quarta statuetta che, avvezza ai premi data la sua oggettiva e straordinaria bravura, ringrazia Wes Anderson in maniera fluente e delicata.

Come sempre, anche quest’anno è durato di più il red carpet della cerimonia in sé.

Passiamo ai dati salienti: le regole e i soldi.

Il contratto da Oscar

sothebys oscarQuando gli artisti vengono premiati con un Oscar, la Academy gli fa firmare un contratto nel quale si impegnano a non rivendere, né con aste né privatamente, la statuetta.

Si impegnano altresì a restituirla all’Academy dietro il compenso di 10$.

No, non c’è alcune errore di battitura, avete letto bene.

Dieci dollari, questo il valore che la Academy impone come prezzo d’acquisto non negoziabile.

Ultimo ma non ultimo, l’artista deve indicare nel suddetto contratto, il nome della persona che erediterà la statuetta in caso di morte del premiato.

Va bene, ora che sapete un po’ di regolette in più, passiamo ai dati ufficiali!

 

Un Box Office da Oscar

Categoria                                             Vincitore                                                         Distributore                          Incasso in milioni di dollari
Picture Birdman Fox Searchlight 37.7
Director Alejandro G. Iñárritu, Birdman Fox Searchlight 37.7
Actor Eddie Redmayne, The Theory of Everything Focus 34.1
Actress Julianne Moore, Still Alice Sony Classics 8.0
Supporting Actor J.K. Simmons, Whiplash Sony Classics 11.3
Supporting Actress Patricia Arquette, Boyhood IFC 25.3
Original Screenplay Birdman Fox Searchlight 37.7
Adapted Screenplay The Imitation Game Weinstein Co. 83.9
Animated Film Big Hero 6 Disney 220.2
Cinematography Birdman Fox Searchlight 37.7
Costume Design The Grand Budapest Hotel Fox Searchlight 59.1
Editing Whiplash Sony Classics 11.3
Foreign Language Film Ida Music Box 3.7
Makeup The Grand Budapest Hotel Fox Searchlight 59.1
Original Score The Grand Budapest Hotel Fox Searchlight 59.1
Original Song Selma Paramount 49.6
Production Design The Grand Budapest Hotel Fox Searchlight 59.1
Sound Editing American Sniper Warner Bros. 319.6
Sound Mixing Whiplash Sony Classics 11.3
Visual Effects Interstellar Paramount 187.6
Documentary Feature CitizenFour Radius 2.6
Documentary Short Crisis Hotline: Veterans Press 1
Animated Short Feast
Live Action Short The Phone Call

Divertente, no? Avete notato una simpatica curiosità, leggendo la nostra griglia?

Osservate la colonna della distribuzione: Ci sono soprattutto le major. Checché se ne dica, gli unici indipendenti che compaiono sono Music Box, casa che produsse anche “Uomini che odiano le donne” e Radius che produce infatti un documentario.

Anche questi Oscar 2015 sono andati, adesso rimettiamo in piedi il carrozzone e iniziamo a pensare alle future statuette.

 

 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>