La grande bellezza degli Oscar

La grande bellezza degli Oscar

Un ritorno, per il cinema. Una speranza, per noi.

Eccolo il trionfatore, il lungometraggio che ci rappresenterà all’interno del Kodak Theatre di Los Angeles.

E’ “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino il film italiano candidato alla corsa per l’Oscar, scelto dalla Commissione di Selezione creata dall’Anica.

L’86esima edizione della cerimonia avrà luogo il 2 marzo 2014 e l’Italia, finalmente, tornerà a far sognare il mondo intero, riempendo lo schermo di immagini intrise della Roma più vera, adombrata e svelata dalle luci dorate, ammantate d’incanto.

Altro che Woody Allen e le sue ricostruzioni pittoresche di una cittadina degli anni ’50 che neanche lontanamente può essere paragonata alla Capitale, così come la presentò in “To Rome with love”

A prendere la fortunata decisione, sono stati i membri della Commissione di Selezione composta da Nicola Borrelli, Martha Capello, Liliana Cavani, Tilde Corsi, Caterina D’Amico, Piera Detassis, Andrea Occhipinti e Giulio Scarpati. Tutti riuniti davanti al notaio per ratificare la scelta.

Tra i titoli in corsa per la rappresentanza italiana, c’erano anche Miele di Valeria Golino, Razzabastarda di Alessandro Gassman, Salvo di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, Viaggio sola di Maria Sole Tognazzi, Viva la libertà di Roberto Andò e Midway tra la vita e la morte di John Real. Quest’ultimo davvero un mistero: non si sa come sia finito nella rosa dei candidati.

Questa scelta rappresenta la dimostrazione che un film può essere bello e fare contemporaneamente numeri da blockbuster, essendo facilmente esportabile in tutto il mondo.

Speriamo che, sulla spinta di quest’onda favorevole, cambi il metodo utilizzato per stabilire quali siano i lungometraggi di riguardo.

“Sacro Gra” avrà pure vinto il Festival di Venezia ma, per fortuna, nella giuria che designa il film italiano da candidare all’Oscar, non c’è gente che pensa che arte equivalga ad un prodotto incomprensibile, ammantato di significati neanche lontanamente sospettati dallo stesso autore dell’opera.

 

Francesca Romana Massaro
fr.massaro@araldodellospettacolo.it

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>