Italiani: popolo di poeti, di artisti, di eroi

cinema tricolore

Come auspicato, sognato e pregato, La grande bellezza si è aggiudicato il premio per il miglior film straniero ai Golden Globe. Premio questo, che viene solitamente considerato un viatico agli Oscar (scongiuri concessi). Ok ma questa non è più una notizia fresca.

Ciò che infatti attira maggiormente la nostra attenzione è il dato che il cinema italiano sta recuperando terreno, non solo in suolo straniero.

Prova ne è il risultato del box office riguardante lo scorso week end.

Nonostante siano in sala capolavori stranieri quale The Butler: un maggiordomo alla Casa Bianca  (vedi recensione) o I sogni segreti di Walter Mitty (recensione) o ancora American Hustle (recensione), a trionfare al botteghino sono stati, a sorpresa, Un boss in salotto (recensione) e il Capitale umano (recensione).

Il film firmato da Luca Miniero arriva così a totalizzare 9,2 milioni di incasso, di cui 2 milioni di euro solo nello scorso fine settimana. Risultati insperati per una pellicola tricolore che non portasse il marchio di fabbrica di Checco Zalone. L’opera di Paolo Virzì invece, in soli quattro giorni di programmazione, ha incassato 1,6 milioni di euro.

E non finisce qui, come direbbe Corrado, perché al quinto posto nella classifica del box office, dopo The Butler e Peppa Pig (ebbene sì!), arrivano anche i mitici fratelli Vanzina con il loro nuovo film: Sapore di te (recensione) che sfiora il milione di euro.

Un momento d’oro per il nostro cinema, orgogliosamente ritrovato, a quanto pare.

Ora facciamolo durare. Nonostante tutto.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>