Venezia72, sfilza di premi collaterali per i film italiani

non essere cattivo 2

Sei riconoscimenti per ”Non essere cattivo”. A Messina va il Leoncino d’Oro, la Fipresci sceglie Bellocchio

In attesa della consegna del Leone d’Oro che si terrà questa sera, arrivano i premi collaterali alla 72^ Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Molti i riconoscimenti che sono stati consegnati ai film italiani in concorso e fuori al Lido. Il più premiato è stato Non essere cattivo di Claudio Caligari che si è aggiudicato i premi Francesco Pasinetti, Fedic (Federazione Italiana dei Cineclub), Gianni Astrei, Gillo Pontecorvo-Arcobaleno Latino, Schermi di qualità-Carlo Mazzacurati e il premo di critica sociale Sorriso diverso Venezia 2015.

La Fedic ha premiato la pellicola di Caligari in quanto “descrive con crudo realismo ma con affettuosa e partecipe umanità un microcosmo di emarginati di cui rappresenta, con una forza creativa ormai rara per il cinema italiano, desideri di una vita e di un futuro diversi”. La giuria ha inoltre assegnato una menzione speciale a L’attesa di Piero Messina per la scena più significativa legata al cibo e all’alimentazione. Ma questo non è stato l’unico riconoscimento.

Il film italiano in concorso con Juliette Binoche ha infatti ricevuto il Leoncino d’Oro dall’Agiscuola per il cinema e la menzione speciale del premio Signis (Organizzazione internazionale cattolica per le comunicazioni) che ogni anno sceglie il film in concorso più significativo per sensibilità umana e spirituale. La motivazione: “È ammirevole per un regista esordiente mostrare una così forte personalità artistica nella sua opera prima. L’attesa traduce profonde esperienze umane in chiari linguaggi iconici e spirituali, dando sostanza all’invisibilità della persona amata, trasformando dolore e solitudine in speranza”.

A Sangue del mio sangue di Marco Bellocchio è andato il premio Fipresci, la Federazione internazionale della stampa cinematografica, mentre Pecore in erba di Alberto Caviglia si è aggiudicato il premio Civitas Vitae e il premio Arca cinema giovani. A bigger splash di Luca Guadagnino ha vinto, invece, il premio Best innovative budget. Riconoscimenti anche per gli attori italiani, come Luca Marinelli, protagonista di Non essere cattivo, che ha vinto il premio Pasinetti maschile, mentre Alessandro Borghi e Ondina Quadri hanno ricevuto il NuovoImaie Talent Award come miglior attore italiano e miglior attrice italiana esordiente. Sempre il film di Caligari è stato premiato con il premio AssoMusica per la canzone A cuor leggero di Riccardo Sinigallia.

Tra i film stranieri premiati, Blanka di Kohki Hasei (nella foto) presente stamattina alla consegna del riconoscimento Lanterna Magica all’hotel Excelsior nello spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo. blankaPer la giuria dei CGS (Cinecircoli giovanili socioculturali), che sceglie l’opera più vicina per tematiche e linguaggi al mondo giovanile, nella pellicola “il regista si serve di un linguaggio apparentemente semplice ed immediato che rivela, in realtà, un’ efficacia significativa, in particolare nelle panoramiche  sulla baraccopoli, che partendo da lontano approdano fino ai vicoli e ai marciapiedi dove, su vecchi cartoni, vivono e dormono i ragazzi di strada; i colori caldi e la luminosità avvolgente accompagnano una narrazione dai toni agrodolci, ma sempre fresca e spontanea, senza cadute nell’ingenuità”. Il premio Taddei è andato a Marguerite di Xavier Giannoli , mentre la giuria dei giovani del Vittorio Veneto Film Festival ha scelto Remember di Atom Egoyam e ha consegnato una menzione speciale a 11 Minut (11 Minutes) di Jerzy Skolimowski. Il premio Interfilm (Associazione internazionale protestante cinema) è andato a Wednesday, 9 May di Vahid Jalilvand per aver promosso nella pellicola un dialogo interreligioso.

Giulia Bianconi

g.bianconi@araldodellospettacolo.it

Giornalista professionista, laureata in Dams-spettacolo con una tesi su Pina Bausch, scrivo di cinema sulle pagine del Quotidiano Il Tempo. Vedo molti film (anche troppi) e serie tv. Romana, da sempre pronta per vivere a Berlino.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>