Sapore di te, i fratelli Vanzina tornano a raccontare gli amori estivi

sapore di te

Forte dei Marmi trent’anni dopo

Il 9 gennaio arriverà nelle sale Sapore di te, nuova commedia corale firmata dai fratelli Enrico e Carlo Vanzina, con protagonisti Serena Autieri, Nancy Brilli, Eugenio Franceschini, Matteo Leoni, Virginie Marsan, Maurizio Mattioli, Katy Saunders, Valentina Sperlì, Martina Stella e con la partecipazione di Paolo Conticini e Vincenzo Salemme.

A Forte dei Marmi si consumano amori e tradimenti di amici che si innamorano della stessa ragazza, di un playboy che mette la testa a posto e di un bagnino che seduce le turiste, di ingenue suobrette ed esuberanti politici e di genitori di famiglia che non sanno come prendere i propri figli. Storie che si intrecciano sulla spiaggia della città toscana e che porteranno i protagonisti ad essere legati per la vita.

fratelli vanzinaA 30 anni di distanza da Sapore di mare i Vanzina tornano sulla spiaggia di Forte dei Marmi per raccontare le estati, quelle del 1983 e del 1984, di un gruppo di personaggi che oggi come allora sono il simbolo dell’Italia e del decennio descritti nel film. Sapore di te riparte da dove si era concluso il film precedente, una sorta di sequel che come il predecessore è un atto d’amore per un’epoca passata, ieri gli anni ’60 oggi gli anni ’80, in cui le storie personale dei protagonisti si incrociano sullo sfondo dei successi discografici anni ’80 tra gag (riuscite solo in parte), conquiste estive e passioni proibite si incrociano le storie dei protagonisti che si concluderanno vent’anni più tardi con un epilogo in cui si viene a conoscenza del destino dei protagonisti.

Una vera e propria operazione nostalgia che come spiega Carlo Vanzina è nata da “anni di lettere ricevute da ragazzi che chiedevano un seguito (di Sapore di mare) ma abbiamo aspettato trent’anni perché non volevamo fare una mera operazione di marketing e sfruttare il successo del film che ci ha lanciato. Abbiamo deciso di raccontare un epoca in cui l’ottimismo ed il sentimento prevalgono su tutto, in contrasto con l’epoca grigia che invece viviamo”.

Una pellicola che racconta “un’epoca che gode di cattiva stampa ma che è stata importanti per  la musica il cinema e l’Europa visto che è il decennio in cui è caduto il Muro di Berlino. Volevamo raccontare un’atmosfera – spiega Enrico Vanzinaed abbiamo anche parlato della situazione politica dell’Italia accennando agli scandali, al clientelismo, alla corruzione e ai dirigenti socialisti che andavano a ballare. La nostra intenzione era fare un film, non un trattatello di sociologia politica”.

Un film che ha il pregio di riuscire a riprodurre grazie ai costumi, alle scenografie ed alla nostalgica colonna sonora, composta tra gli altri da i successi dei Ricchi e Poveri, degli Spandau Ballet e Cindy Lauper dell’epoca, gli anni ’80 e che ha nella coppia Brilli/Mattioli uno dei punti di forza, un duo che da vita a situazioni e battute esilaranti che svetta su un buon cast in cui a deludere sono Martina Stella e Virginie Marsan.

I Vanzina confezionano una commedia corale godile e spensierata in cui riescono a gestire con ordine il nutrito cast ma dove purtroppo i dialoghi spesso risultano essere troppo artificiosi. Un’operazione nostalgia in cui i fratelli citano se stesi riuscita solo in parte non riuscendo a riprodurre a pieno la spensieratezza e la freschezza portata anni prima con Sapore di mare.




Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>