RIFF – Rome Independent Film Festival, proposte avvincenti per la XVI edizione

poster RIFF 2017

Dal 28 novembre al 10 dicembre la Casa del Cinema di Roma ospiterà la XVI edizione del RIFF – Rome Independent Film Festival diretto da Fabrizio Ferrari con oltre 100 film in anteprima Italiana. Sette competizioni per ogni genere di film, dai lungometraggi, nazionali e internazionali, documentari, cortometraggi, ai film di animazione, i cui vincitori saranno premiati la sera di domenica 3 dicembre.

RIFF-oltre la nebbia 2

Un’edizione, questa sedicesima del RIFF, ricca di appuntamenti e sempre più varia e raffinata nella proposta dei titoli e dei temi, che offrirà al pubblico di assistere a molte delle proiezioni con il regista in sala. Tra questi di particolare interesse è Oltre La Nebbia – Il Mistero Di Rainer Merz di Giuseppe Varlotta con Pippo Delbono, Corinne Clery e Cosimo Cinieri, film in concorso che sarà presentato venerdì 1 dicembre alle ore 22.00 alla presenza del regista in sala e del cast.

TOVOLI

Grande protagonista della masterclass di giovedì 30 novembre alle ore 16 sarà Luciano Tovoli, direttore della fotografia che ha firmato, tra i tanti, film quali Professione: reporter di Michelangelo Antonioni (1975), Suspiria di Dario Argento (1976), Bianca di Nanni Moretti (1984), Splendor di Ettore Scola (1988). Vincitore di due Nastri d’argento e protagonista negli anni ’70 del rinnovamento dei canoni luministici del cinema italiano, Tovoli importò nei film realizzati in studio il gusto per l’autenticità della fotografia di reportage.

cronaca-familiare

Quest’anno inoltre il Festival rende omaggio ad un altro grande autore del cinema italiano: Valerio Zurlini, a 35 anni dalla sua morte. Nella sua carriera produsse 10 film nell’arco di 20 anni di attività. Caratteristica peculiare del cinema di Zurlini sono i personaggi, divisi sempre fra troppo passato, poco presente e nessun futuro. Giovedì 30 novembre alle ore 18.30 sarà proiettato uno dei suoi film più intensi e drammatici, Cronaca familiare, vincitore del Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1962, tratto dal romanzo autobiografico di Vasco Pratolini. E’ il racconto dei due fratelli, Enrico e Dino,  tramite il quale Zurlini unisce i tasselli di un percorso creativo che è sempre specchio e metafora di un percorso interiore. Presenterà il film il critico cinematografico Simone Emiliani, supervisore editoriale di Sentieri Selvaggi e firma storica di Filmcritica, Cineforum e Film Tv.

Il RIFF proporrà poi un focus LGBTQ, ovvero un film legato alla tematica dell’identità di genere. Martedì 28 novembre alle 22.15 sarà presentato A Winter To Remember di Cecilia Valenzuela Gioia, film argentino, tra gli internazionali in concorso, che ritrae con chiarezza e sensibilità il dolore che deriva dal vivere nella paura e la gioia che proviene dall’accettazione di sé.

E’ argentino anche Cetáceos di Florencia Percia che sarà presentato domenica 3 dicembre alle 21.30. Mentre è tutto basato sui personaggi del fumetto del 1957 di Jules Feiffer il film americano Bernard and Huey di Dan Mirvish, in programma mercoledì 29 novembre alle 20.30.

RIFF-Bernard and Huet-JimRash&DavidKoechner

Ancora in concorso Falling In/Out In Love di Dominic Bachy (Francia), una divertente commedia che vede al centro quattro diverse coppie, ognuna in una fase differente della relazione, durante la settimana di San Valentino a Parigi. Sarà proiettato sabato 2 dicembre alle 20.10 alla presenza del regista e degli interpreti.
Sempre sabato 2 dicembre sarà proiettato anche in concorso Hagazussa – A Heathen’s Curse di Lukas Feigelfeld (Germania), una dark story, ambientata in uno sperduto villaggio nelle Alpi austriache, densa di suggestioni e interpretata con inquietante evocatività da Aleksandra Cwen. I Am Truly A Drop Of Sun On Earth di Elene Naveriani (Svezia/Georgia) sarà presentato giovedì 30 novembre alle 22.15.

RIFF-Maria y los demas

Nell’ambito del Focus sulla Spagna  sarà proiettato  alla presenza in sala della sceneggiatrice Valentina Viso. Il Focus sulla Spagna quest’anno propone una panoramica sui registi emergenti dal titolo “storie e canzoni” e sarà coordinato dalla Fondazione spagnola SGAE (Società Generale degli Autori e degli Editori) e dall’Instituto Cervantes. Il programma intende dare voce ai più giovani e mostrare la diversa natura formale e tematica del cinema contemporaneo spagnolo, in cui la musica è uno strumento per avvicinarsi all’immaginario filmico. In anteprima saranno presentati quattro film in cui le canzoni hanno un ruolo fondamentale per l’intreccio narrativo e per la comprensione dei personaggi: Maria (Y Los Demás) di Nely Reguera, venerdì 1 dicembre; La puerta abierta (La porta aperta) di Marina Seresevsky, martedì 28 novembre alle ore 18.30; La Pols di Llàtzer García, mercoledì 29 novembre alle ore 16.00; La muerte en La Alcarria (La morte a La Alcarria) di Fernando Pomares, giovedi 30 novembre alle ore 16.00.

Tra i documentari italiani in concorso troviamo: Più Libero Di Prima di Adriano Sforzi, martedì 28 novembre alle 17.30 alla presenza del regista; Avanti di Lucia Senesi, giovedì 29 novembre alle 21.00; Beo di Stefano Viali e Francesca Pirani, giovedì 30 novembre alle 16.00; Boxe Capitale di Roberto Palma, domenica 3 dicembre alle 20.00 alla presenza del regista; Caffè Sospeso di Fulvio Iannucci e Roly Santos Pesaresi, giovedì 30 novembre alle 20.30; Fuoricampo del collettivo Melkanaa, sabato 2 dicembre alle 17.30; In Aquis Fundata di Andrea De Fusco, domenica 3 dicembre alle 16.

Sul fronte internazionale dei documentari in concorso troviamo: Die Neue Nationalgalerie di Ina Weisse, Drifting towards the crescent di Laura A. Stewart (Olanda), La fiebre del oro di Raul De la Fuente (Spagna), Owino da Javier Marino e Yussuf Razzaque (Spagna), Post truth time di Héctor Carré (Spagna) e Who is Kusturica di Natalia Gugueva (Russia).

RIFF_OWINO_1

Tra i cortometraggi in concorso al RIFF 2017 nuove e vecchie conoscenze: 4 battiti di Natalia Piervincenzi, A Heart In The Drawer diretto da Roberto Leoni, Actus Reus del giovane Julian Grass, Oltre la finestra di Francesco Testi, L’Avenir di Luigi Pane, Kolossal, il primo video tratto dall’album “Andrisanissima” di Antonio Andrisani, Nunca más hermanos di Eleonora Gasparotto Nascimben, La quiete di Gabriele Galli, Pastarelle, seguito dal corto comico Insetti, entrambi diretti da Gianluca Manzetti, Sulla soglia di Riccardo Festa, Timeline di Valeria Milillo, Presence Absence della giovane Iolanda Di Bonaventura.

Per la sezione cortometraggi italiani in concorso, in collaborazione con Rai Cinema Channel, verrà assegnato un premio al corto più web, per il valore di € 3.000,00. Il riconoscimento vuole premiare l’efficacia di un racconto che ben si presti ad essere diffuso sui canali web. Il premio consiste in un contratto di acquisto dei diritti web e free tv del corto, da parte di Rai Cinema e godrà della visibilità su www.raicinemachannel.it, sui suoi siti partner e, a discrezione dei responsabili delle reti, sui canali RAI.

Il RIFF vuole inoltre utilizzare la tecnica del “day and date” con l’obiettivo di abbattere il sistema di finestre di distribuzione proiettando contemporaneamente due dei titoli in concorso sulla piattaforma VOD indiefilmchannel.tv. Durante la settimana del festival sarà possibile vedere in contemporanea al Cinema e in Tv, SmartPhone e Tablet le due opere selezionate in concorso: Falling In/Out Of Love di Dominic Bachy (Francia. 2017, HD, Color, 95’) e A Winter To Remember di Cecilia Valenzuela Gioia (Argentina, 2017, HD, Color, 64’)

Il focus sul cinema dei paesi nordici, intitolato Viva il Nord, avrà luogo sabato 2 dicembre alle ore 14.00, e analizzerà come il cinema del Nord Europa stia crescendo in questi anni e come in questi paesi la politica culturale stia contribuendo alla crescita di un settore ormai riconosciuto su scala mondiale. Questo attraverso immagini e discussioni di autori che lo rappresentano in maniera eccelsa: la sceneggiatrice e regista danese Lise Birk Pedersen e l’artista finlandese Sophia Ehrnrooth. Saranno proiettati per l’occasione il documentario Tutti a Casa – Power to the People di Pedersen, sui primi anni del M5S in Italia, e il corto Football Heroes by Heart di Ehrnrooth, che vede giocatori alle prime armi nominati Campioni Internazionali.

figlio-saul

Il RIFF inoltre, in occasione dei cinquant’anni dalla creazione della Comunità Europea, proporrà al pubblico Il figlio di Saul di László Nemes domenica 3 dicembre alle ore 16.00, pellicola vincitrice del David di Donatello per il miglior film dell’Unione Europea, del Grand Prix Speciale dalla Giuria al Festival di Cannes del 2015, proseguendo con il Golden Glebe come miglior film straniero e con il Premio Oscar nella stessa categoria.

Dall’8 al 10 dicembre inoltre il Focus sull’India presenterà un evento inedito in grado di gettare uno sguardo sul ricco panorama produttivo del cinema indiano. Un cinema che spazia dalla produzione di piccoli film realizzati da registi indipendenti a tutto quel filone che va sotto il nome di Middle Cinema, ovvero di un cinema contemporaneo che cerca di porsi nel solco della globalizzazione, ibridando la tradizione bollywoodiana con l’estetica del cinema americano ed europea, cercando di catturare la realtà del Paese.

La Giuria che assegnerà i RIFF Awards è composta quest’anno dall’autore e conduttore radiofonico e televisivo Giovanni Aversa, dallo sceneggiatore, regista e produttore Carl Haber, che ha fondato la Rome lnternational Film School, dalla docente sul cinema scandivano e nordico Hanna Laakso, da uno dei fondatori del Festival Internazionale del Cinema di Umea in Svezia e curatori di numerosi altre kermesse Thom Palmen e dallo scrittore e regista David Rocchio.
Per il programma e il catalogo consultare il sito:

https://we.tl/NyG5a16y0Z

 

Vania Amitrano - Laureata in Lettere, amante dell’arte, dello spettacolo e delle scienze umane, autrice di testi di critica televisiva e cinematografica. Ha insegnato nella scuola pubblica e privata.