Summertime, un passo indietro rispetto a Skam

Stefania Rosini/Netflix

Quando la bellezza dell’estate e degli attori non basta

Dal 29 Aprile è stata resa disponibile sulla piattaforma Netflix la nuova serie, tutta italiana, Summertime. La costa romagnola fa da sfondo alle vicende di Summer (interpretata dall’attrice esordiente Coco Rebecca Edogamhe), ragazza timida e vogliosa di scoprire il mondo, che quell’estate si innamora del ribelle Alessandro (Ludovico Tersigni, famoso per essere Giovanni in Skam), ex campione di moto deciso a crescere e cambiare vita. Attorno a loro ruotano i vari amici, ognuno con una propria storia d’amore estiva o con problemi sentimentali.

Summertime, un passo indietro rispetto a Skam: la bellezza dell’estate e degli attori non basta

Per l’ennesima volta Netflix opta per serie italiane di stampo adolescenziale: dopo Baby, Skam e Luna Nera, troviamo nuovamente attori giovanissimi e trame relative. È vero che nel periodo storico che stiamo vivendo, forse serviva portare nelle case una ventata di estate e di speranza che sotto quegli ombrelloni a breve ci saremo anche noi, ma ancora una volta sembra che la piattaforma punti più sulla bellezza degli attori che sulla bravura (non in tutti i casi), situazione che in Skam sembrava quasi superata. Sicuramente la loro giovane età non aiuta, ma anche i dialoghi pressoché inesistenti della serie sembrano una forzatura e rendono tutto surreale, persino il mare Adriatico sembra trasformarsi in un’oasi di acque limpide.

Non basta fare dei primi piani ad attori belli e giovani per appassionarsi alla trama. Anche la colonna sonora destabilizza, alternando canzoni di giovani cantanti attuali come Frah Quintale e Salmo ad altre che sembrano totalmente fuori tempo e che probabilmente una diciottenne è difficile che ascolti. Originale l’idea di una protagonista di sangue africano, ma questo non basta se la trama è scarna, se i personaggi si innamorano dopo tre parole scambiatesi e se a tutti i costi si vuole americanizzare la costa romagnola. Una serie leggera composta da otto episodi che fa sognare l’estate, ma con quasi nessuna profondità di contenuti. 

Giulia Pellegrini

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>