Nel Lazio i cinema che resistono (Update: resistevano prima del decreto)

ci

Le sale della regione, Roma inclusa, restano aperte nel rispetto delle norme di sicurezza

I cinema di Roma e del Lazio nel rispetto delle norme di sicurezza indicate dal governo, ‘resistono’ e resteranno aperti. Lo annuncia l’associazione degli esercenti (Anec) del Lazio, precisando che la decisione è stata presa anche per “assicurare agli esercenti e a tutti i dipendenti del settore, una continuità lavorativa che, sebbene minata dall’ovvio attenuarsi dei flussi di pubblico in questo momento di psicosi, vuole ribadire la salubrità dei locali stessi, garantita perché i cinema non costituiscono quei grandi assembramenti di persone come prefigurato dalle istituzioni e dall’immaginario collettivo”.

Restando aperti, continua la nota, i cinema vogliono anche “fare la loro parte perché le abitudini del proprio pubblico non si allontanino dai binari di una normalità che, mai come in questo momento, è auspicabile in tutti i settori delle imprese culturali”. L’apertura delle sale, assicurano gli esercenti, “avverrà nel rispetto delle norme di sicurezza previste dal Decreto, che impongono di garantire ai propri spettatori una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”. L’associazione auspica comunque “che, quanto prima, vengano messe in atto forme concrete di sostegno da parte di Governo, Regione Lazio e Comune di Roma a favore di tutti gli esercenti cinematografici colpiti da questa gravissima e improvvisa crisi, sia quelli che abbiano deciso di rimanere aperti sia quelli che, magari più in difficoltà, abbiano optato per la chiusura”.

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>