The LEGO Movie, i mattoncini danesi arrivano al cinema

the lego movie

Una storia per tutta la famiglia

Ci abbiamo giocato tutti almeno una volta, ci siamo disperati per non avere il pezzo che ci serviva, li abbiamo calpestati con i piedi nudi provando un gran dolore, abbiamo fatto costruzioni di cui ancora oggi andiamo fieri. I mattoncini LEGO® dal 1958 sono croce e delizia per genitori e bambini che si sono divertiti, e ancora si divertono, ad assemblare nei modi più originali e bizzarri i mattoni giocattolo più famosi e più variegati del mondo.

Dopo aver conosciuto una seconda giovinezza grazie ad accordi commerciali con case cinematografiche e di comics (solo negli ultimi anni sono state create le versioni Lego dei supereroi Marvel e Dc, Guerre Stellari, Harry Potter, ecc ecc) l’universo Lego sbarca al cinema dal 20 febbraio grazie a Phil Lord e Christofer Miller (Piovono Polpette).

the lego movieThe LEGO Movie narra la storia di Emmet (Chris Pratt è il doppiatore originale, Massimo Triggiani quello italiano) normalissimo ed onesto personaggio LEGO come tanti, che viene erroneamente scambiato per il Prescelto, colui che salverà il mondo dalla distruzione ordita dal malvagio Lord Business (Will Ferrell/Pino Insegno). Emmet si troverà quindi suo malgrado a guidare un gruppo di scalcinati e maldresti eroi in una missione incredibile, affiancato dal saggio Vitruvius (Morgan Freeman/Pietro Biondi) e della dura Wyldstyle (Elizabeth Banks/Barbara De Bortoli).

Divertente, spassoso, irriverente, avventuroso, citazionista ed autoironico, tutto questo è The LEGO Movie, un film per tutta la famiglia che terrà lo spettatore con gli occhi incollati sullo schermo. Un prodotto che ha nell’animazione in CGI, anche se si ha l’impressione sia in stop-motion, il suo punto di forza. Un’animazione che non solo rispecchia alla perfezione tutti i limiti di movimento dei personaggi, ma dove ogni cosa, dall’acqua della doccia, al fumo della locomotiva, al cibo e chi più ne ha più ne metta è  LEGO, ma tutto ciò che viene costruito richiama le infinite possibilità di aggregazione dei mattoncini, vero e proprio omaggio alla fantasia.

Inoltre i movimenti e le acrobazie dei vari personaggi risultano spesso così incredibili da richiamare le evoluzioni che ogni bambino farebbe fare ai suoi personaggi lego, movimenti così incredibili e fantasiosi che hanno il pregio di immergere totalmente lo spettatore in un mondo fatto esclusivamente di LEGO®.

The LEGO Movie è un film in cui i personaggi protagonisti della vicenda sono una delle armi vincenti. Se da una parte abbiamo personaggi inediti veramente unici e stravaganti, a partire dal protagonista Emmet, dall’altra ce ne sono di ben noti al grande pubblico. Troviamo così Gandalf, Silente, il Michelangelo delle Tartarughe Ninja, l’equipaggio del Millennium Falcon di Guerre Stellari (protagonisti di un divertentissimo cameo), passando per personaggi fantastici come la Sirenetta o storici come Abramo Lincoln, fino ai  personaggi della DC Comics come Superman, Wonder Woman ed uno sfigatissimo Lanterna Vedre, su quali però spicca una versione burbera e caricaturale del Batman di Christopher Nolan. Un mix vincente ed esilarante di novità e conosciuto.

Una pellicola in cui le gag in stile lapstick, le battute e le irriverenti prese in giro dei vari universi LEGO, insieme ad una storia che in un primo momento può sembrare banale ha in realtà un suo perché che sarà compreso appieno in un finale spiazzante ed inaspettato, ma forse un po’ troppo sdolcinato, sono uno dei suoi punti di forza.

Un film che oltre che essere un omaggio alle costruzioni danesi è una vera e propria esaltazione dell’ingegno, della creatività e dell’importanza del cambiamento. Un film che evidenzia come ognuno di noi ha un qualcosa che ci rende speciali e che sta a noi cercare di capire cosa sia e che omaggia quella cultura nerd che ancora oggi viene troppo bistrattata.

The LEGO Movie è un film che conquisterà grandi e bambini, che farà ridere di gusto dall’inizio alla fine, ed anche in grado di far riflettere. Un film che citando la canzone in testa alle classifiche di Bricksburgh: E’ MERAVIGLIOSO.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>