La sfavillante eroina di Kenneth Branagh

locandina-cenerentola

Pezzi da novanta per il film Disney, Cenerentola

Dopo il successo di Maleficent, con protagonista una eccezionale Angelina Jolie, la Disney sforna un altro film tratto da una favola intramontabile quale Cenerentola. Il risultato è un trionfo di colori, luci e suoni, reso possibile dagli scenografi più famosi del cinema, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, e dalla costumista più volte candidata all’Oscar, Sandy Powell.

Kenneth Branagh ha giocato bene le sue carte e dopo i suoi ultimi film, in cui prevaleva l’azione, è tornato all’amore e, in questo caso, alla magia. Gli effetti speciali sono pochi e non offuscano la narrazione, mettendosi, al contrario, al servizio di essa.

La sua Cenerentola è una giovane remissiva che fonda la sua esistenza sulle due virtù che la madre morente le ha raccomandato di seguire. E quando nel bosco incontra un fascinoso giovane che sembra proprio l’incarnazione di gentilezza e coraggio, è amore a prima vista.

La storia è nota a tutti e quello di Branagh, con qualche piccola modifica, è un remake del celebre film di animazione del 1950. Rimangono i topolini e le sorelle sciocche e orrendamente stonate, rimane il gatto peloso e minaccioso e rimane la fata madrina che con il suo Bibbidi bobbidi bù, trasforma una zucca in una carrozza sfavillante.

Il suo ruolo è stato affidato ad Helena Bonham Carter, stravagante fata il cui pomposo abito conta decine di led luminosi. Interpretazione breve ma efficace. Come quella del re, interpretato da Derek Jacobi, e del Granduca, Stellan Skarsgård.

scarpetta-cenerentolaSe i protagonisti sono due giovani volti noti soprattutto in ambito televisivo – Lily James è nel cast di Dowton Abbey e Richard Madden ha recitato nella nota serie Il trono di spade – gli attori di contorno sono tutti nomi di rilievo del cinema contemporaneo. Prima fra tutti l’attrice premio Oscar Cate Blanchett che indossa abiti di grande bellezza, austeri e preziosi al tempo stesso, e mantiene una maschera di perfidia per tutto il film, pur non eguagliando la malvagità della matrigna in versione cartoon, con crocchia severa e abito spigoloso.

A tratti sovraccarico di colori e dettagli ma nel complesso sbalorditivo – per la scena nella sala da ballo, ricreata nei famosi Pinewood Studios, sono state accese ben 5000 candele – il nuovo Cenerentola in live action della Disney conquisterà le piccole spettatrici, incantate dallo sfavillante abito azzurro del ballo e dalla tormentata storia della giovane protagonista.

Grande parte del successo che Cenerentola otterrà al botteghino è da attribuire anche al grazioso corto che lo precede, Frozen Fever, con le beniamine del momento, Elsa e Anna.

Scenografia e costumi impeccabili, una storia che da anni, ormai, fa parte dell’immaginario collettivo. Cenerentola, in carne ed ossa, torna al cinema il 12 Marzo, dopo 65 anni. E lo fa in grande stile.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>