Last Vegas: la notte da leoni over 65

last vegas

Quartetto da Oscar per Jon Turteltaub

Billy, Paddy, Sam e Archie si conoscono fin da ragazzi e, come si suol dire, sono amici per la pelle. 58 anni dopo, il playboy Billy si sposa e riunisce la combriccola a Las Vegas per l’addio al celibato. Con Robert De Niro, Michael Douglas, Morgan Freeman e Kevin Kline.

Bradley Cooper, Zach Galfianakis e Ed Helms cedono il posto a quattro leggende del cinema americano: quattro attori più volte candidati e tutti vincitori dell’ambita statuetta che qui si lanciano in brillanti performance e interpretano personaggi vivaci e accattivanti.

last vegasLast Vegas non è il capolavoro dell’anno, sia chiaro: è un film leggero sull’amicizia di quattro uomini over 65 alle prese con gli acciacchi della vecchiaia e un attrito mai risolto.

Film d’apertura dell’ultimo Torino Film Festival, Last Vegas è un vero spasso, per dirla in maniera semplice e schietta. Allietati da quattro mostri sacri di Hollywood, ridiamo di cuore vedendoli scherzare con disinvoltura sulla loro età e ci rilassiamo con quello che può essere considerato un gradevolissimo esempio di cinema di intrattenimento.

Lo sviluppo della vicenda è facilmente intuibile ma, signore e signori, non capita tutti i giorni di vedere nello stesso film – spassoso e distensivo quanto basta – Robert De Niro – Oscar per Il Padrino parte II e Toro ScatenatoMichael Douglas – Oscar per Wall StreetMorgan Freeman – Oscar per Million Dollar Baby – e Kevin Kline – Oscar per Un pesce di nome Wanda.

Tra rancori mai sanati, un festone nell’immensa suite – con tanto di piscina in sala – e la voglia di divertirsi ancora, i protagonisti si ritrovano nella sfavillante capitale del gioco e del divertimento più sfrenato.

Alle prese con ragazze avvenenti e con il desiderio di tornare giovani, Billy, Paddy, Sam e Archie si scatenano e diventano i divi indiscussi dell’hotel Aria, spacciandosi per noti malviventi – con esilaranti autocitazioni da parte di Robert De Niro – e improvvisandosi giudici del concorso in bikini.

Risate assicurate con un punta di nostalgia per i giganti che furono che qui, con autoironia, abbandonano i ruoli che li hanno resi celebri per lasciarsi andare ad un copione leggero e istrionico. A fine film una cosa la possiamo dire con certezza: i quattro attori Premio Oscar si sono divertiti come non mai a farsi dirigere da John Turteltaub e a dar vita ad un weekend sgangherato ed esuberante.

L’happy end arriva come da copione e lo spettatore può ritenersi soddisfatto per la verve della narrazione e per l’intrattenimento, forse effimero ma sacrosanto. Perché ogni tanto serve staccare: e Last Vegas è il film ideale.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>