La grande bellezza – Che cos’è una vibrazione

1947841_835118199836999_757452628_n

Talia: Piaciuta la performance?

Jep: A tratti. Quella testata violenta mi ha fatto capire molte cose. Allora, cominciamo dall’inizio.

Talia: Partiamo dalla fine. Sa, Talia Concept è una gran provocatrice

Jep: Ma non sprechi energie. Ci sono cose molto più importanti che provocare me. E poi questa abitudine di parlare di sé in terza persona, sta diventando insostenibile. Dunque, cosa legge lei?

Talia: Non ho bisogno di leggere, vivo di vibrazioni, spesso di natura extrasensoriale.

Jep: Abbandonando, per un istante, l’extrasensoriale, che cosa intende lei per vibrazioni?

Talia: Come si fa a spiegare con la volgarità della parola, la poesia della vibrazione?

Jep: E non lo so, ci provi.

Talia: Io sono un’artista, non ho bisogno di spiegare un cazzo.

Jep: Bene, allora scrivo “vive di vibrazioni ma non sa che cosa sono”.

Talia: Comincia a non piacermi quest’intervista. Percepisco da parte sua una conflittualità.

Jep: La conflittualità come vibrazione?

Talia: La conflittualità come rottura di coglioni. Parliamo dei maltrattamenti che ho subito dal fidanzato di mia madre.

Jep: Noo, io voglio sapere che cos’è una vibrazione

Talia: Il mio radar per intercettare il mondo

Eeeh ‘u radar… vale a dire?

Talia: Lei è un rompicoglioni. Senta, siamo partiti male. Talia Concept ci tiene all’intervista con il suo giornale, ha tanti lettori. Ma lei è prevenuto. Perché non la fa parlare del suo fidanzato con il quale fa l’amore 11 volte al giorno e che è un artista concettuale mica da poco: rielabora palloni da basket con i coriandoli. Un’idea sensazionale!

Jep: Senta, Talia Concept parla di cose di cui ignora il significato. Io di lei, finora, ho solo fuffa impubblicabile. Se lei crede che mi lasci abbindolare da cose tipo “sono un artista non ho bisogno di spiegare, è fuori strada”. Il nostro giornale ha uno zoccolo duro di pubblico colto che non vuole essere preso in giro. Io lavoro per lo zoccolo.

Talia: Ma allora perché non mi lascia parlare del mio accidentato, sofferto ma indispensabile percorso da artista?

Jep: Ma indispensabile a chi? Santo Cielo, signora, che cos’è una vibrazione?

Talia: Non lo so che cos’è una vibrazione, Jep Gambardella

Jep: Non lo sa

Talia: Non lo so

Jep: Non lo sa

Talia: Sei un ossessivo del cazzo, sei. Parlerò con la tua direttrice le dirò di mandarmi un altro giornalista di una statura più elevata della tua

Jep: Una preghiera: quando parlerà con la direttrice, abbia molto tatto con il concetto di statura. Sa, la direttrice è una nana. (La grande bellezza, Paolo Sorrentino)

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>