Il giovane favoloso, Un milione di modi per morire nel West, The green Inferno: le uscite del week end

crepe e guai

Tutti i film in sala dal 16 ottobre

Questa nuova settimana di cinema, con almeno due film attesi, tra cui il Leopardi di Martone, ci propone 13 nuovi film, compresi due documentari, dall’antico West alla rivoluzione messicana degli anni ’20 del secolo scorso.

giovane favolosoPartiamo doverosamente da Leopardi e dalla trasposizione cinematografica che Mario Martone ne ha tratto ne Il giovane favoloso. Elio Germano, favoloso interprete del tormentato poeta e intellettuale di inizio ottocento, si immerge nel personaggio e gli ridà vita, vestendo i panni di un giovane in eterno conflitto, non tanto con il padre sebbene severo, ma più con la madre. La malattia, le ansie e le paure sono ritratte dalle severe carte del poeta, lasciando quanto non scritto misterioso. Non è un film che indaga sul poeta, ma che lo dipinge per quel era. Nota da segnalare, la recitazione per intero, di molte sue poesie. ▲

Il secondo film italiano in cartellone è …E fuori nevica, di Salemme che porta, dopo vent’anni, in scena una sua pièce teatrale di grande successo. Tre fratelli, un cantante fallito col vizio del gioco, uno affetto da una strana forma di autismo e il terzo ossessionato dal senso di responsabilità per il fratello malato, tornano a vivere assieme per le volontà testamentarie del padre, creando tragicomiche situazioni grottesche tra vizi e virtù. ►

La banda dei supereroi è un film italiano che racconta una storia sul cinema. Un regista, alla sua prima opera, prende sottogamba l’impegno e rischia di mandare tutto all’aria se non finisce il film in due settimane. Con i suoi amici crea una banda che rapini ladri e delinquenti per racimolare i soldi necessari a finire il film. ▼

Un documentario sulla Grande Guerra, in ricorrenza ai cent’anni dello scoppio della stessa. Fango e Gloria è un documentario di Leonardo Tiberi, quindi italiano, che ripercorre le vicende del grande conflitto con immagini di fiction e di repertorio, ricavate dagli archivi Luce, che compie 90 anni quest’anno. Una sincronizzazione perfetta rende suggestivo questo documento storico per non dimenticare. ▲

Tra i film stranieri, da notare è sicuramente lo strano e originale Un milione di modi per morire nel West di Seth MacFarlane, l’autore anticonformista e politicamente scorretto de I Griffin e Ted. Il West è un posto pericoloso e se il protagonista è pauroso e quasi un nerd ante-litteram, la situazione non può che peggiorare. Fortunatamente arriva Charlize Theron, pistolera dall’oscuro passato che gli dà fiducia e lo colpisce al cuore con Cupido. Strano film, su un mondo, il west, che sembrava aver detto tutto. ▲milione di modi per morire

Dal Messico arriva la storia poco nota di Cristiada con Andy Garcia, Eva Longoria e Peter O’Toole. La guerra civile che scoppiò nel ’26 tra antigovernativi e il fronte popolare costò la vita, in tre anni, a più di 90 mila persone. A comandare la resistenza fu chiamato un generale a riposo, ateo ma sostenitore della causa. Il più costoso film messicano di sempre, con ben 12milioni di dollari di budget. ►

Con piacere parliamo del documentario su Robert Altman di Ron Mann, Altman, appunto. Con un cast straordinario, in appena 95 minuti, il regista mette assieme voci, commenti e opinioni su uno dei più grandi registi degli ultimi cinquanta anni, osteggiato molte volte così come osannato. Premiato con un Oscar per Gosford Park, acclamato per M.A.S.H, Nashville e I protagonisti, ha raccontato un America ossessiva, cinica e vuota, dipingendo un mondo in continua evoluzione, senza mai edulcorare, ma tracciando linee ferme su quella che era la sua idea di cinema, poco attento alla sceneggiatura, ma molto di più agli attori e alla coralità delle loro interpretazioni. Da vedere. ▲

tutto può cambiareTutto può cambiare è una commedia musicale newyorchese dove Mark Ruffalo e Keira Knightley sono talent scout e cantautrice, ognuno con i propri problemi, ma il cui incontro cambierà le loro vite, annientando fantasmi della mente e del passato inquieto di entrambi. C’è anche Adam Levine dei Maroon 5 che compone la colonna sonora e dà un contributo anche come attore. ►

La moglie del cuoco è l’ennesima commedia sulla cucina dove una donna, con un marito chef egocentrico, la costringe a farsi una vita indipendente per sfuggire alla routine. Alla scuola di formazione alla quale si iscrive incontrerà persone che l’aiuteranno a capire cosa vuole fare, anche se il rapporto col marito non sarà facile. Ricorda un po’ un film di Peter Greenaway, Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante.

Solo mercoledì 15 ottobre si ripropone il primo episodio del lungometraggio giapponese di Capitan Harlock, l’Arcadia della mia giovinezza, del lontano ’81. La Terra è invasa e soggiogata dagli umanoidi e Harlock, al suo ritorno, cerca di sconfiggere i nemici. Qui si scoprono le origini del famoso capitano dello spazio, con aderenze famigliari vicine al Terzo Reich. ►

Un film francese è Piccole crepe e grossi guai. Antoine, dopo quaranta anni di carriera musicale, finisce per fare il portiere in un condominio, conoscendo una donna, la Deneuve, convinta che una crepa nello stabile possa far crollare tutto il palazzo. Per educazione e rispetto Antoine l’asseconda, finendo per creare un’amicizia particolare. ►green inferno

The green Inferno è l’ultima sanguinaria fatica di Eli Roth che, dopo i vari Hostel, torna all’horror, rievocando qui, Cannibal Holocaust. Justine, un’ambientalista e idealista, parte per il Perù per aiutare una comunità di indio a combattere il disboscamento, ma quando l’aereo precipita, si troverà, assieme agli altri, assediata e minacciata di cannibalismo dagli stessi indigeni che voleva aiutare. ▼

Finiamo con un film d’animazione, Minuscule dove, i resti di un pic nic nella foresta, scatena la lotta tra le formiche nere, alleate con una coccinella, contro le spietate e fameliche formiche rosse, comandate dal brutale Butor. Favola ambientalista che mostra in piccolo, il titolo appunto, quanto avviene nel macro, ossia tra noi umani. Non solo per bambini. ►

Ramsis D. Bentivoglio

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>