Come il Festival di Cannes a rischio rimase senza assicurazione

fc

Il retroscena svelato da Variety sull’effetto coronavirus

Il Festival di Cannes è ancora dato per certo dagli annunci stampa della manifestazione, a dispetto della minaccia coronavirus: è infatti tra i numerosi eventi in Francia a rischio sospensione per il recente stop del governo ai raduni di oltre mille persone. In caso di annullamento, tuttavia, il festival non potrà fare affidamento su una copertura assicurativa. A rivelarlo è Variety. Cannes - secondo Variety – ha avuto l’opportunità dalla sua compagnia assicurativa, Circle Group, di acquistare un’opzione di copertura per epidemie e pandemie circa dieci giorni fa, e sorprendentemente l’ha rifiutata.

Come il Festival di Cannes a rischio rimase senza assicurazione

L’opzione di riacquisto, va detto, rappresentava circa il 6% del prezzo totale del pacchetto assicurativo. Dal momento che ha rifiutato l’opzione, il festival non sarà coperto se sarà annullato anche se a causa di un decreto governativo. Il festival del cinema, che ha un budget di circa 20 milioni di euro, è finanziato da contribuenti francesi e sponsor aziendali. Gli organizzatori avevano detto alcuni giorni fa a Variety che stavano monitorando la situazione coronavirus mentre portavano avanti la selezione di film in vista della conferenza stampa annunciata per il 16 aprile.

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>