Gli omini della Lego sono tornati, più agguerriti che mai

poster lego ninjago

Lego Ninjago – Il film, per la gioia di grandi e piccoli, dal 12 Ottobre al cinema

Dopo lo strepitoso successo di Lego Batman, gli omini della Lego tornano sul grande schermo più agguerriti che mai.

Al grido di Goooooodmorning Ninjago, esplicito omaggio al film di Barry Levinson, il film si apre sulla remota isola di Ninjago, ripetutamente presa di mira dal temibile Garmadon che i Ninja, di volta in volta, respingono.

Sono sei e ognuno di essi incarna un elemento: Nya è il Ninja dell’acqua, Kai del fuoco, Zane del ghiaccio, Cole della terra, Jay del fulmine e infine Lloyd è il Ninja verde, solo che non ha ancora capito cosa significhi il suo colore e quale sia il suo potere. Sa soltanto di essere, suo malgrado, il figlio di Garmadon e per questo è allontanato e schernito da tutti e a scuola viene costantemente preso in giro.

Addestrati dal Maestro Wu, fratello di quel cattivone di Garmadon, i Ninja possiedono dei Mech da combattimento – praticamente dei mezzi da battaglia – e nessuno conosce la loro identità. Nessuno, infatti, compreso lo stesso Garmadon, sa che Lloyd è in realtà in Ninja verde, suo più acerrimo nemico.

In una battaglia all’ultimo mattoncino per la conquista di Ninjago, la squadra di amici e guerrieri dovrà far conto su tutto il suo coraggio per sconfiggere il cattivo a quattro braccia e capire come dare libero sfogo ai rispettivi poteri per contrastare il nemico.

foto-ninjagoLego Ninjago – Il film narra l’epica resa dei conti tra padre e figlio e mescola abilmente azione e ironia che qui giocano un divertentissimo match, alternando gag e battute comiche a sequenze adrenaliniche in cui i combattimenti corpo a corpo lasciano il posto alle esplosioni di mattoncini.

Il film, che uscirà sia in 2D che in 3D, è diretto da Charlie Bean, Paul Fisher e Bob Logan e tra i doppiatori italiani annovera i due famosi youtuber Leonardo Decarli e Lasabrigamer.

Le voci originali vantano invece, tra gli altri, i nomi di Dave Franco, Olivia Munn, Justin Theroux e Jackie Chan che interpreta anche un ruolo nel film.

Sebbene sia presente solo all’inizio e alla fine del film, spicca anche la commistione di animazione digitale e live action poiché il leggendario Jackie Chan, voce narrante dell’avventura, apre e chiude il film in compagnia di un piccolo visitatore del suo negozio, cui mostra un antico omino in legno e a cui racconta la storia del Ninja verde.

Tra cenni al film di Mr. Bean in cui Rowan Atkinson deturpava il dipinto La madre di Whistler, alle serie tv Sharknado e The walking dead e a Jurassic Park, con l’arrivo di Garmadon che fa oscillare minacciosamente l’acqua nel bicchiere, ce n’è davvero per tutti i gusti e il divertimento è assicurato. Non solo dal vivo, montando e smontando costruzioni di ogni tipo, ma anche sul grande schermo, i mattoncini Lego intrattengono a dovere e i personaggi che da tempo, ormai, appassionano milioni di ragazzini in tutto il mondo, fanno la loro superba apparizione al cinema, promettendo un altro grande successo.

Tragicomica la conversazione tra padre e figlio all’inizio del film, divertente l’attacco alla città di Ninjago da parte del mostro, che altri non è che un gatto domestico – ricreato in CG – attirato da una lucina rossa che insegue buttando giù i palazzi e seminando il panico, efficace l’associazione del noto brano dance I’ve got the power ai Ninja che scoprono finalmente come liberare il proprio potere. Tutto è studiato nei minimi dettagli per offrire un prodotto entusiasmante, un’avventura che piacerà a grandi e piccoli e che li trascinerà nel turbine del divertimento made in Lego.

Non lasciatevelo scappare. Ma preparatevi, perché per Natale i vostri figli non chiederanno altro all’infuori dei Lego Ninjago!

 

1 Comment

  1. Pingback: Le uscite al cinema dal 12 ottobre




Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>