Ghostbusters, Feig: “Stavolta sono le donne a far ridere”

ghost

Il regista ha presentato a Roma la versione al femminile degli Acchiappafantasmi, in sala dal 28 luglio

I Ghostbusters stanno per tornare. Trentadue anni dopo che la prima commedia soprannaturale sconvolgesse il mondo, il regista Paul Feig porta nuovamente al cinema un mito del tutto rinnovato, ma questa volta i favolosi Acchiappafantasmi sono diventati coraggiose, ingegnose e simpatiche rappresentanti del gentil sesso, interpretate da Melissa McCarthy, Kristen Wiig, Kate McKinnon e Leslie Jones.

Ivan Reitman, che ha diretto e prodotto i primi due film iconici, è tornato a produrre un nuovo episodio dell’esilarante ciclo dei Ghostbusters - in sala dal 28 luglio con Warner Bros. – e per farlo ha scelto uno dei più innovativi registi di commedie degli ultimi anni, Paul Feig, creatore della serie televisiva Freaks and Geeks e già direttore di successi come Le amiche della sposa.

“Sono stato un grande fan del primo film di Ghostbusters –ha detto il regista stamattina alla Casa del Cinema di Roma dove ha presentato la pellicola - L’ho visto al cinema il primo weekend di apertura e onestamente non avevo mai visto una commedia avere quegli effetti strabilianti sul pubblico”.

Bill Murray, Dan Aykroyd, Harold Ramis e Ernie Hudson con la loro interpretazione conferirono agli Acchiappafantasmi una intramontabile fama ancora oggi viva tra i fan di tutto il mondo. Ma per questo reboot Feig ha scelto di intraprendere una linea del tutto nuova: ha selezionato le quattro donne più divertenti che conoscesse e realizzato un film tutto al femminile. Come il loro impareggiabile predecessore Bill Murray, anche queste nuove simpatiche eroine provengono tutte e quattro dall’esilarante palcoscenico del Saturday Night Live e formano un gruppo assolutamente sorprendente e carico di energia.

“Secondo me - ha spiegato ancora il regista - la ragione per cui il film originale funzionò così bene stava nel fatto che il cast fosse così divertente e io dovevo fare la stessa cosa creando una squadra da sogno di persone spassose. Mi piace lavorare con donne spiritose e penso che la commedia non lasci loro lo spazio che meriterebbero, in genere sono messe più al servizio degli uomini con ruolo poco gratificanti. Volevo mostrare che una commedia al femminile può essere una commedia per tutti”.

La preoccupazione di Feig era inoltre che i personaggi fossero davvero convincenti nel loro credere fermamente nell’esistenza scientifica dei fantasmi. “Durante il corso delle riprese del film - ha raccontato Feig – abbiamo adattato spesso la sceneggiatura agli interpreti, perché era questo che mi interessava più di tutto: mostrare quattro personaggi particolari, originali, un po’ fuori di testa ed emarginati dalla società, ma dei veri outsider che, anche grazie alla loro amicizia, salvano New York”.

Il girato di questa nuovo capitolo dei Ghostbusters durava più di tre ore e ha richiesto numerosi tagli, ma è rimasto comunque spazio per omaggiare gli interpreti del film originale con piccoli cameo. Così, tranne Harold Ramis purtroppo scomparso nel 2014, Bill Murray, Herine Hudson, Dan Aykroyd e la stessa Sigourney Weaver si sono prestati volentieri al gioco e compaiono a sorpresa ciascuno in un punto diverso del nuovo film suscitando ogni volta sorpresa e soddisfazione.

Vania Amitrano

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>