I film in uscita della settimana: “Steve Jobs”, “Piccoli Brividi”, “The Pills”

21 gennaio

Ci sono 7 nuovi film in sala, andiamo a vedere cosa c’è! Sicuramente Steve Jobs, il nuovo biopic di Danny Boyle, quindi Piccoli Brividi, The Pills e Ti Guardo, opera prima

Lo Steve Jobs di Boyle guarda la vita di Jobs appunto attraverso l’uscita dei tre Mac dal 1984, passando per l’88 fino al ’98. Aaron Sorkin, sceneggiatore premio Oscar, riesce a raccontare il brillante ed eclettico genio della Apple attraverso delusioni e fatiche personali e lavorative, ribaltando il punto di vista dello spettatore. Da vedere. ▲

ti guardoTi Guardo è l’opera prima di un venezuelano che affronta il tema dell’amore, dell’esistenza attraverso gli occhi di un venditore di protesi dentarie e di un ragazzo adescato dal venditore con cui instaura uno strano rapporto di amore/odio paterno legato alle classi sociali a cui appartengono. Ottima regia e scelta dello stile. ▲

Piccoli Brividi è un lungometraggio ispirato alla serie di libri per ragazzi ideata da R.L.Stine, autore molto popolare tra i teenager di qualche anno fa. Un ragazzo si trasferisce in una città nuova e scopre nel vicino, padre di una bella ragazza, l’autore dei suoi romanzi preferiti, vittima egli stesso dei suoi incubi. Dovranno, tutti assieme, trovare una cura. Con Jack Black. ▼

The Pills – Sempre meglio che lavorare è la serie web arrivata al cinema che racconta di due ragazzi che da giovani avevano promesso di non lavorare mai, ma a trenta anni arrivano dubbi e problemi. Adattamento abbastanza riuscito. ▼

Se mi lasci non vale (2016)Se mi lasci non vale è il nuovo film di Salemme. Due single, loro malgrado, dopo che sono stati lasciati, per ovviare alla rabbia e al dispiacere, decidono di vendicarsi delle loro ex con l’aiuto di un attore sui generis. Con Serena Autieri.▼

Il figlio di Saul è la storia di un ebreo che, nel ’44, collabora a Auschwitz-Birkenau nei Sonderkommando per sopravvivere, assistendo impotente allo sterminio dei propri fratelli, fino a quando non scopre tra i cadaveri suo figlio. Deciso a dargli una degna sepoltura inizia una rivoluzione silenziosa contro i nazisti. Un film duro e crudo su un argomento ancora scomodo e scottante.

Concludiamo con un documentario sul teatro danese, Odin Teatret. Il paese dove gli alberi volano. Un teatro cosmopolita e multiculturale che ha ridato vita alla drammaturgia danese, europea e mondiale. Un bell’affresco culturale per appassionati.

Ramsis D. Bentivoglio

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>