Efa, sette nomination per Sorrentino e Moretti

youth-lagiovinezza

Cinque candidature per “Youth-La Giovinezza”, due per “Mia madre”. La premiazione il 12 dicembre a Berlino

Sette nomination per due film italiani agli Efa 2015: Youth-La Giovinezza di Paolo Sorrentino e Mia madre di Nanni Moretti. I due registi italiani dovranno attendere il 12 dicembre per sapere chi a Berlino, durante la cerimonia di premiazione della 28esima edizione degli European Film Awards, conquisterà gli Oscar europei, scelti dagli oltre 3mila membri dell’Efa.

Sorrentino porta a casa cinque nomination: film, sceneggiatore, regista, attrice (Rachel Weisz) e attore (Michael Caine). Mentre Moretti due: regista e attrice (Margherita Buy).

A contendersi l’Oscar europeo come Miglior regista, insieme ai due cineasti italiani, ci sono Roy Andersson con Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza (film vincitore del Leone d’Oro a Venezia 2014), Yorgos Lanthimos con The LobsterSebastian Schipper con Victoria e Malgorzata Szumowska con Corpo.

In lizza come Miglior film, alle opere di Sorrentino, Andersson, Lanthimos e Schipper, si aggiungono anche Rams di Grímur Hákonarson e Mustang di Deniz Gamze Ergüven, visto poche settimane fa alla Festa del cinema di Roma. 

Dovranno contendersi, invece, il titolo di Miglior attrice europea 2015, insieme a Margherita Buy (protagonista di Mia madre) e Rachel Weisz (che in Youth interpreta la figlia del protagonista), Laia Costa di VictoriaCharlotte Rampling di 45 AnniAlicia Vikander di Ex machina. Mentre come Miglior attore ci sono, oltre a Michael Caine (il direttore d’orchestra di The Youth, per il quale Sorrentino si è ispirato al maestro Riccardo Muti), Colin Farrell di The LobsterTom Courtenay di 45 AnniChristian Friedel di 13 Minutes (proiettato fuori concorso all’ultima Berlinale) e Vincent Lindon di La legge del mercato, già vincitore del premio come miglior interpretazione maschile al Festival di Cannes 2015.

Due i film italiani che anche lo scorso anno sono stati in lizza per gli Oscar europei: La mafia uccide solo d’estate di Pierfrancesco Diliberto (in arte Pif) e Il capitale umano di Paolo Virzì. La pellicola su Cosa Nostra ha vinto il titolo di Migliore commedia Efa 2014. A bocca asciutta, invece, Virzì che si è dovuto accontentare delle due nomination come Miglior regista e Miglior attrice (Valeria Bruni Tedeschi).

Giornalista professionista, laureata in Dams-spettacolo con una tesi su Pina Bausch, scrivo di cinema sulle pagine del Quotidiano Il Tempo. Vedo molti film (anche troppi) e serie tv. Romana, da sempre pronta per vivere a Berlino.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>