“De Palma”: Baumbach e Paltrow raccontano Brian

Mission To Mars

De Palma si racconta in un documentario diretto con rigore da Noah Baumbach e Jake Paltrow

Il compito di un documentario oltre a quello, per l’appunto, di documentare è anche quello di regalare allo spettatore un nuovo punto di vista o un qualche vezzo registico che non renda il lavoro stantio e didascalico ma che ravvivi la narrazione. In De Palma mancano entrambe queste fondamenta eppure gli aneddoti del pluripremiato cineasta bastano a rendere il lavoro a lui dedicato da Baumbach e Paltrow estremamente godibile. Per festeggiare il 75^ compleanno del regista i due suoi colleghi gli hanno regalato la possibilità di raccontarsi e raccontare di commentare 50 anni di storia, la sua storia del cinema, attraverso filmati dei suoi film e immagini, molte delle quali inedite.

71787700KW028_dahliaSe non c’è alcun guizzo di originalità in De Palma il regista, inquadrato sempre a mezzo busto, basta a se stesso e basta a rendere speciale un lavoro referenziale ma non per questo fastidioso. One man show tra i ricordi di quella che fu la New Hollywood, De Palma punta più volte l’accento sul concetto di libertà creativa, libertà che in questo momento sembra essere minata dal Dio Denaro e che lo era anche allora, negli anni ’70, quando lui insieme a Steven Spielberg, George Lucas, Martin Scorsese, Francis Ford Coppola entrò negli studios “per fare tutto che volevamo prima che gli affaristi ne riprendessero il controllo”.

Censurato, ammirato anche dalla critica più severa e spesse volte giudicato eccessivo dagli studios, De Palma ripercorre la sua carriera in un docufilm che fa percepire, senza troppa difficoltà, la differenza che c’è tra i registi di ieri e quelli di oggi mettendo di nuovo in luce la consapevolezza che la necessità di un incasso forte al box office non debba per forza minare la qualità di una pellicola. Tra un’immagine e un’altra De Palma sfoga la frustrazione degli anni passati in questo documentario fatto di cinefilia e confessioni. In questo documentario il “De Palma maestranza” mostra il Brian appassionato e la sua inedita ironia. Ironia che oltre a salvarlo dalle pressioni delle major negli anni scoppiettanti della New Hollywood salva anche il lavoro di Noah Baumbach e Jake Paltrow a lui prostrato.

Sandra Martone

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>