I David contro il Golia del virus

L

Lo speciale di Elle dedicato all’eccellenza italiana del cinema che con il prestigioso premio sfida la pandemia

E’ in edicola il secondo speciale di Elle dedicato alle eccellenze italiane - #ripartiamodaqui – messe a dura prova dall’emergenza sanitaria. Dopo la moda, questa volta si parla di cinema, argomento molto sentito da un brand che l’ha orgogliosamente trasformato in una delle sue componenti essenziali, in tutte le sue declinazioni, print e digital. In un momento difficile come l’attuale, per un ‘fan’ come Elle è quindi doveroso essere in prima fila per sostenere il cinema italiano, e lo fa con un numero in uscita proprio in occasione della cerimonia del premio più prestigioso per la cinematografia nazionale: il David di Donatello che si tiene l’8 maggio, in diretta in prima serata su Rai 1, condotta da Carlo Conti.

I David contro il Golia del virus: lo speciale di Elle dedicato all’eccellenza italiana del cinema che con il prestigioso premio sfida la pandemia

Il numero era nato in realtà a fine di febbraio per raccontare quella che sembrava la rinascita della cinematografia nazionale, con buoni numeri al botteghino. Dopo l’irruzione del virus e del lockdown, quegli stessi spazi sono diventati l’occasione per parlare di un futuro incerto per l’intera industria audiovisiva italiana, un mercato da un miliardo e mezzo l’anno, che oggi conta 4200 schermi spenti e 172.000 lavoratori a casa.

“Il nostro David è rimasto intrappolato, – spiega il direttore di Elle Maria Elena Viola – vinto da forze più grandi di lui. Poteva arrendersi e rinunciare. E in effetti lo stava per fare. Perché anche il premio, nel frattempo, era sospeso, con slittamento di data. Invece, con uno scatto, si è rialzato. Come il ragazzo della storia biblica ha affrontato il mostro uccidendolo a fiondate. E’ quello che rappresenta la statuetta del nostro Oscar del cinema, un adolescente dall’aria spavalda che tiene sotto il piede la testa mozzata del gigante sconfitto, Golia. Emblema del coraggio che trionfa sul male, della scaltrezza che vince la violenza bruta”.

Con questo spirito la redazione ha scelto di completare un numero che ha intitolato proprio ‘I David contro Golia’ e che servirà a raccontare la battaglia del cinema contro il ‘gigante’ del virus. La prevista foto dei candidati in copertina è stata sostituita dalle illustrazioni di Anne Higgie perché questo “è il tempo dell’audacia e della sperimentazione”. All’interno, i servizi di Silvia Locatelli e Ilaria Solari raccontano, come in un flashback, la storia di quel photoshooting incompleto e di come gli ultimi due mesi hanno cambiato la vita a questo gruppo di attori che si contendono il più prestigioso riconoscimento italiano. Scopriamo quindi le riflessioni e frammenti di vita bloccata, ma piena di creatività di Pierfrancesco Favino con la compagna Anna Ferzetti, Fabrizio Ferracane, Valeria Bruni Tedeschi, Alessandro Borghi, Linda Caridi, Maria Amato, Lunetta Savino, Valeria Golino, Tania Garibba, Alida Baldari Calabria, Isabella Ragonese, Francesco Di Leva.

Ilaria Ravarino intervista le figure che stanno dietro alle macchine da presa: sceneggiatori, montatori, segreterie di edizione, fonici, parrucchieri, truccatori, costumisti, addetti agli effetti speciali. Professionalità d’eccellenza, riconosciute a livello internazionale, molti hanno passato la quarantena terminando montaggi o effetti speciali a casa, ma per tutti il futuro è una grossa incognita. E infine il critico cinematografico Gianni Canova analizza proprio la filiera del cinema, dal set alla sala che sembra essere quella che patirà di più il necessario distanziamento sociale. Ne esce però un messaggio di speranza: “Ripartiamo dalla fantasia”, per scoprire che la voglia di raccontare storie, in fondo, non si ferma e troverà sempre nuovi metodi per superare le difficoltà.

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>