David, la sfida è tra “Jeeg Robot” e “Non essere cattivo”

david 2016

Sedici candidature per i due film. La cerimonia di premiazione degli Oscar italiani il prossimo 18 aprile

Che Non essere cattivo e Lo chiamavano Jeeg Robot fossero stati apprezzati dalla critica e dal pubblico era ormai noto, dopo aver ricevuto grandi consensi il primo alla Biennale di Venezia (tanto da essere scelto anche tra i titoli italiani agli ultimi Oscar, senza arrivare poi alla cinquanta finale purtroppo) e il secondo alla Festa del cinema di Roma. Sono sedici le candidature ai David di Donatello 2016 ottenute dalla due pellicole italiane dirette rispettivamente da Claudio Caligari (scomparso lo scorso anno) e Gabriele Mainetti, al suo debutto dietro la macchina da presa.

La nomination come Miglior film se la aggiudica, tra i due, però solo Non essere cattivo, insieme a Youth-La giovinezza di Paolo Sorrentino, Fuocoammare di Gianfranco Rosi, Il racconto dei racconti di Matteo Garrone e Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese. Stesse candidature per la categoria Miglior regista, mentre per la Migliore sceneggiatura si aggiunge a questi titoli il film di Mainetti e si toglie FuocoammareMainetti rispunta anche tra le nomination per il Migliori regista esordiente insieme a Carlo Lavagna di Arianna, Adriano Valerio di Banat-Il Viaggio, Piero Messina di L’attesa, Fabio Bonifacci e Francesco Miccichè di Loro chi? e Alberto Caviglia di Pecore in erba.

I candidati come Miglior attore protagonista sono Claudio Santamaria per Jeeg, Luca Marinelli e Alessandro Borghi (testa a testa per la pellicola di Caligari), Valerio Mastandrea e Marco Giallini (altra sfida stavolta per il film di Genovese), mentre i nomi che si contenderanno il David come Migliore attrice sono sette: Paola Cortellesi, Valeria Golino, Sabrina Ferilli, Anna Foglietta, Ilenia Pastorelli, Juliette Binoche e Astrid Berges-Frisbey. 

Il Miglior non protagonista maschile sarà scelto tra Valerio Binasco, Fabrizio Bentivoglio, Giuseppe Battiston, Luca Marinelli e Alessandro Borghi. Per la categoria femminile concorreranno, invece, Piera Degli Esposti, Antonia Truppo, Elisabetta De Vito, Sonia Bergamasco e Claudia Cardinale.

Oltre all’incetta di candidature di Non essere cattivo e Lo chiamavano Jeeg Robot, anche i film di Sorrentino, Garrone e Genovese hanno ottenuto un alto numero di nomination, rispettivamente quattordici, dodici e nove. L’Orso d’oro di Berlino Fuocoammare ne ha prese, invece, quattro.

La cerimonia di consegna degli Oscar italiani si terrà il 18 aprile negli Studios di via Tiburtina di Roma e andrà in onda per la prima volta su Sky condotta da Alessandro Cattelan.

Giornalista professionista, laureata in Dams-spettacolo con una tesi su Pina Bausch, scrivo di cinema sulle pagine del Quotidiano Il Tempo. Vedo molti film (anche troppi) e serie tv. Romana, da sempre pronta per vivere a Berlino.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>