Da Salemme alla Cardinale la Gekon e le sue nuove produzioni

Il_Contagio_Ciak-min

Da Il contagio a Il principe delle pezze, i set della Gekon Productions

Un cinema giovane e di qualità che trovi il giusto equilibrio fra la dimensione artistica e popolare, questo l’obiettivo della Gekon Productions che, in collaborazione con Kimerafilm e Rai Cinema, ha appena concluso le riprese de Il contagio di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini. Vincenzo Salemme, Anna Foglietta, Vinicio Marchioni, Giulia Bevilacqua e Maurizio Tesei sono i grandi nomi che compongono il cast di un film promettente. Intanto si aprono anche le riprese di un altro film prodotto dalla Gekon Il principe delle pezze del talentuoso esordiente Alessandro Di Ronza con la partecipazione straordinaria di Claudia Cardinale.

Dainotti_Di_Ronza-min“Mi auguro che Il contagio possa segnare l’inizio di una lunga collaborazione, di un percorso insieme rivolto ad un’autorialità e una qualità cinematografica capace di coniugare anche i gusti del pubblico – afferma Francesco Dainotti, socio fondatore della Gekon Productions-. In questi anni, infatti, la KimeraFilm si è ritagliata uno spazio importante in questa dimensione, per ciò spero che la sinergia che si è venuta a creare sul set possa ritrovarsi in futuro con altre collaborazioni produttive”.

Il contagio è tratto dall’omonimo best seller di Walter Siti, autore dal graffiante realismo; nel film le vite degli abitanti di una palazzina della periferia romana si intrecciano dipingendo una storia dai contorni tragici e comici al tempo stesso. Amore e sesso a pagamento, crimini e speranza, legalità e drammi personali sono i temi che emergono ne Il contagio sullo sfondo di due mondi, quello delle borgate e quello del centro di Roma, due facce della stessa medaglia solo apparentemente inconciliabili.

Il_principe_delle_pezze-minMentre il set de Il contagio si è appena chiuso sono già iniziate le riprese de Il principe delle pezze diretto dal giovane Alessandro Di Ronza, documentario ambientato nelle viscere dello storico mercato degli stracci di Resina. Il principe delle pezze offre un nuovo ritratto della storia del cinema italiano attraverso l’arte del costume cinematografico in Italia e nel mondo con la partecipazione di Claudia Cardinale. Un altro sodalizio artistico, quest’ultimo, creatosi con il primo film prodotto dalla Gekon, Ultima fermata di Giambattista Assanti, con cui la Cardinale si è aggiudicata la Nomination come Miglior attrice non protagonista ai David di Donatello 2016.

“Non avevo intenzione di cimentarmi in un tipo di racconto documentaristico – spiega il regista Alessandro Di Ronza-, ma ho trovato nella figura di Catello Russo lo spunto ideale per il mio racconto. Con quell’attaccamento morboso alle sue ‘pezze’ a tratti sembrava quasi ‘un cartone animato’, Catello Russo ha lavorato con le più grandi firme del costume, tanto nel cinema quanto nel teatro, ma con la totale inconsapevolezza del mondo con cui lavora. Questa sorta di purezza mi ha spinto a raccontare il mondo del costume di scena italiano, non solo dal punto di vista tecnico, ma soprattutto da un punto di vista umano”.

In fase di post-produzione, invece, il mediometraggio Confinati a Ponza di Francesco Maria Cordella con Debora Caprioglio, Peppino Mazzotta e Bruno Torrisi, ritratto a sfondo intimistico di Benito Mussolini e Pietro Nenni durante la prigionia sull’isola pontina.

Vania Amitrano
Vania Amitrano - Laureata in Lettere, amante dell’arte, dello spettacolo e delle scienze umane, autrice di testi di critica televisiva e cinematografica. Ha insegnato nella scuola pubblica e privata.



Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>