I 74 anni di Spielberg, signore della fantasia

ss

Il 18 dicembre è il compleanno del regista e produttore dei record

Un vero e proprio maestro di sogni, membro della New Hollywood, motore di un nuovo stile di fare cinema. Steven Allan Spielberg, nato a Cincinnati il 18 dicembre 1946, celebra 74 anni intensi. 57 pellicole realizzate, 179 produzioni, una quarantina di progetti archiviati o lasciati ad altri che sarebbero stati oro per chiunque altro, tra un “Harry Potter” e un “Poltergeist”, “Il giovane Holden” e “Interstellar”. Non solo produttore instancabile, ma anche sceneggiatore, creatore delle case di produzione Amblin Entertainment e DreamWorks. Le sue opere hanno lasciato segni profondi nel pubblico, nelle chiacchierate quotidiane della gente comune, plasmando la cultura pop anni degli anni ’80 e ’90.

I 74 anni di Spielberg, signore della fantasia: il 18 dicembre è il compleanno del regista e produttore dei record

Nella sua lunga carriera Spielberg è stato capace di maneggiare tutti i generi con successo. E’ stata la sua fervida inventiva a far sorgere film che sono poi diventati saghe imperiture: come è successo per citarne solo un paio a “Indiana Jones” e “Jurassic Park”. Menzionare tutte le sue pellicole sarebbe un lavoro enciclopedico, ma cult come “E.T. – l’Extraterrestre”, “Lo Squalo”, “Duel”, “Incontri ravvicinati del terzo tipo” meritano per forza di cose di essere ricordati.

Collocato nella lista dei 100 geni viventi redatta dal The Daily Telegraph, Spielberg può vantare due Premi Oscar alla regia: Schindler’s List (1994) e Salvate il soldato Ryan (1999), uno al miglior film (sempre per Schindler’s List), un Leone d’Oro alla Carriera e molti altri allori e gratificazioni in ambito cinematografico. Inoltre, è Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal 15 aprile 2003. L’emergenza sanitaria causata dal coronavirus ha al momento bloccato l’uscita in sala del suo ultimo lavoro da regista e produttore: il coraggioso remake di un classico del musical come “West Side Story”. Ma siamo sicuri che, battute d’arresto a parte, Spielberg ha ancora molto da offrire al mondo della celluloide. Auguri, maestro.

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>