I canederli di Papa Benedetto XVI

A53E870E-940C-8890-F91A903B6DD7CAD0

La ricetta tratta da “I due Papi”

Nel film “I due Papi”  interpretato magistralmente da  Jonathan Pryce Anthony Hopkins, quest’ultimo interpreta Papa Benedetto XVI che, orgoglioso delle proprie origini, anche a Castel Gandolfo si fa cucinare i canederli con lo speck in brodo e li fa offrire al futuro Papa Francesco, durante la sua visita.
La pellicola attualmente su Netflix è stata diretta dal Premio Oscar Fernando Meirelles e racconta l’incontro storico tra quello che stava per diventare il Papa uscente e il suo successore.
canederliVenendo quindi al piatto citato nel film, ecco qui la ricetta originale:
Ingredienti
300 g di pane bianco raffermo
100 g di Speck affettato non troppo sottile
350 ml di latte
2 uova
2 cucchiai colmi di farina 00
una grossa noce di burro
erba cipollina  oppure  prezzemolo
sale
Per la cottura
un litro e mezzo di brodo di carne
Preparazione

Tagliare il pane a dadini molto piccoli e  raccoglierli in una terrina. Battere leggermente le uova con il latte. Scaldare il burro in una padella e fare rosolare dolcemente lo speck – tagliato a dadini – per pochi minuti.

Versare il contenuto della padella sul pane. Unire latte e uova e un cucchiaio di erba cipollina tagliuzzata, poco sale e mescolare bene. Coprire la terrina e fare riposare per una mezz’ora.

Unire al composto la farina lasciandola cadere a pioggia con un setaccino e amalgamare bene il composto con le mani.

Con le mani bagnate, prendere piccoli pezzi dall’impasto e modellare i canederli a forma di palla, all’incirca delle dimensioni di un grosso uovo (le dosi indicate sono per 8 canederli).

Una volta pronti, farli riposare un quarto d’ora e tuffarli in acqua salata in leggera ebollizione. Farli cuocere dolcemente per circa 15 minuti, portando a ebollizione l’acqua.

Impiattare, con brodo e cospargere con erba cipollina tagliuzzata.

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>