Al Festival di Berlino con gli chef

chefs-table-more-seasons

A febbraio le nuove puntate di Chef’s Table

Il luogo sarà Berlino, l’evento il 67° Festival Internazionale del Cinema e l’oggetto indiscusso del desiderio: due episodi della terza stagione di Chef’s Table.

La nuova stagione sarà disponibile su Netflix in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo dal 17 febbraio 2017.

Ecco il trailer:

All’interno della sezione “Culinary Cinema”, alla Berlinale verranno presentati anteprima i nuovi episodi della serie originale di Netflix, aventi come protagonisti lo chef tedesco Tim Raue e la cuoca sudcoreana Jeong Kwan.

Chef’s Table: Terza Stagione attraversa ancora una volta tutto il mondo, con la partecipazione di sei chef – alcuni rinomati, altri tutti da scoprire – e offrendo agli spettatori l’opportunità di entrare nelle vite e nelle cucine di questi talenti culinari.

I creatori hanno allargato i confini della serie, viaggiando dal mondo esclusivo degli chef stellati Michelin fino a quello della chef di un tempio buddista nella campagna sudcoreana.

Siamo lieti di accogliere Tim Raue e Jeong Kwan insieme allo showrunner David Gelb e il regista Abigail Fuuler il 14 Febbraio 2017 nella capitale tedesca, dove condurranno il pubblico in un emozionante viaggio culinario.

Gli chef di questa stagione includono:

  • Jeong Kwan, Tempio di Baekyasa (Sud Corea)
  • Vladimir Muhkin, White Rabbit (Mosca, Russia)
  • Tim Raue, Restaurant Tim Raue (Berlino, Germania)
  • Virgilio Martinez, Central (Lima, Peru)
  • Ivan Orkin, Ivan Ramen (New York, NY)
  • Nancy Silverton, Osteria Mozza, (Los Angeles, CA)

Chef_2_Raue_00239RCTim Raue, Restaurant Tim Raue (Berlino, Germania)

Con il 34° miglior ristorante al mondo, lo chef Tim Raue ha riportato la cucina tedesca nel dibattito del mondo culinario, mixando influenze asiatiche con ingredienti della Germania.

Dopo una difficile infanzia, Raue ha infine trovato conforto nella cucina e ha cominciato la sua ascesa come uno chef influente con il suo cibo che riflette il contesto multiculturale della Berlino moderna.

Chef_2_Kwan_00036RCJeong Kwan, Tempio di Baekyasa (Sud Corea)

Monaca buddista che ha vissuto da quando aveva 17 anni al Tempio di Baekyasa a sud di Seoul, Kwan è stata definita dal The New York Times uno “chef filosofo”.

Se chiedete a Kwan, lei dice di essere semplicemente una cuoca che prepara da mangiare al Tempio per aiutare a schiarire ed energizzare la mente per la meditazione.

In molti modi il suo cibo è l’originario stile di cucina “dalla fattoria alla tavola”, che usa metodi di fermentazione testati nel tempo, e che usa il foraggiamento e la disidratazione nelle sue preparazioni quotidiane per i monaci, le monache e i visitatori del tempio.

Kwan crede che il cibo, attraverso la connessione e la comunanza delle persone, è la strada che apre al sentiero per l’illuminazione. Il suo episodio traccia il suo cammino dal vivere a casa con la sua famiglia alla decisione in giovane età di vivere in un tempio e diventare una monaca buddista.

 

 

 

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!



Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>