I cinema si illuminano di nuovo per una sera

dd

In occasione della 65esima edizione dei David di Donatello le sale riaccenderanno insegne e schermi in un flashmob simbolico per dire: torneremo

Per una sera il mondo del cinema si ritrova, anche se accadrà a distanza: l’8 maggio alle 21.25 su Rai1 andrà in onda la premiazione della 65esima edizione dei David di Donatello. A condurre la serata sarà Carlo Conti, dallo studio 2 di Via Teulada. La cerimonia sarà chiaramente molto diversa dalle precedenti, perché candidati e grandi protagonisti del cinema italiano parteciperanno tramite collegamenti in diretta. Contemporaneamente l’Anec farà partire un flashmob: le sale cinematografiche italiane riaccenderanno, per una sera, le insegne e gli schermi, in attesa della riapertura, per lanciare un messaggio simbolico al pubblico, agli operatori e alle istituzioni. E ricordare la funzione sociale che le sale svolgono quotidianamente sul territorio con tanto di hashtag #riaccendilcinema. A causa del lockdown, infatti, 1.600 cinema in tutta Italia hanno fermato le attività, un totale di più di 4.000 schermi su tutto il territorio nazionale. “Le sale cinematografiche italiane riaccendono le proprie luci con l’augurio di un ritorno alla piena normalità a nome di tutta l’industria del cinema. – ha detto Mario Lorini, presidente dell’Anec – Vogliamo lanciare un segnale importante per ricordare a tutto il pubblico che le sale cinematografiche ci sono e attendono il momento giusto per riaprire”.

Le sale si illuminano di nuovo per una sera: in contemporanea con i David di Donatello il flashmob #riaccendilcinema

L’Accademia dei David non ha voluto rinunciare alla cerimonia anche per lanciare un messaggio a sostegno della rinascita del nostro cinema, sottolineandone la centralità dal punto di vista culturale, economico e occupazionale. I lungometraggi in gara sono 23 e, tra questi, hanno ricevuto il maggior numero di candidature “Il traditore” di Marco Bellocchio (18), “Il primo re” di Matteo Rovere (15), “Pinocchio” di Matteo Garrone (15), “Martin Eden” di Pietro Marcello (11), “5 è il numero perfetto” di Igor Tuveri (9), “Sospirai” di Luca Guadagnino (6).

L’Accademia del Cinema Italiano celebrerà nel corso della serata due fra i maggiori protagonisti della storia del nostro cinema, Federico Fellini e Alberto Sordi. Il regista cinque volte premio Oscar sarà ricordato proprio attraverso le parole e gli aneddoti del grande attore romano, mentre vicende ed episodi della vita e della carriera di Sordi saranno affidati ai contribuiti di Paola Cortellesi, Christian De Sica, Sabrina Ferilli, Alessandro Gassmann, Luciana Littizzetto, Leonardo Pieraccioni, Vincenzo Salemme e Carlo Verdone.

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>