Tutto quel che non pensavamo di rimpiangere

al

Dal look di Achille Lauro a Morgan e Bugo, le nostre sciocchezze quotidiane che il coronavirus ha messo in freezer

Vi ricordate? Solo un paio di mesi fa, poco prima che scoppiasse la bomba biologica, l’Italia si fermava a seguire il Festival di Sanremo, per la gioia dei fan e l’insofferenza degli spocchiosi antipatizzanti messi di fronte, così la vivevano, a un’annuale insopportabile tassa che chiosavano con un noto verso di ‘Bandiera bianca’ di Franco Battiato. Condita per di più con schiamazzi da social network. Si dibatteva di questioni fondamentali, tipo il look all’Ariston di Achille Lauro.

A proposito del quale alcuni dovettero scoprire, chissà se con soddisfazione o meno, che si trattava di un cantante che amava rappresentarsi come gender fluid e non dell’armatore napoletano che si diceva regalasse scarpe per farsi votare. O della lite sul palco tra Morgan e Bugo, con non pochi, per lo più non aficionados della kermesse, a commentare: Bugo chi? E poi, si parva licet, i reality show e il loro consueto trivellare il terreno del trash. Chiacchiere, polemiche, insofferenze esibite, duelli rituali da tastiera rispetto ai quali pare passato un secolo. Cose di pochissimo conto che tuttavia oggi possono mancare anch’esse in quanto parte nel 2020 di una vita normale che, al momento, l’emergenza sanitaria ha chiuso nel freezer. Ma che torneranno prima o poi. E intanto, per impiegare il tempo, si può passare in rassegna una sorta di Zibaldone (Leopardi, scusaci) di tutto il superfluo da cui il coronavirus ci ha distolto.

Hornet

“Dov’è andato Bugo?”

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>