Spoiler: dovete restare a casa

net

La campagna di due studenti per sensibilizzare sui pericoli del contagio, basata su rivelazioni di finali di serie Netflix (che non ha gradito)

Ad Amburgo, in Germania (tranquilli, abbiamo controllato che si trovi lì), due studenti hanno dato vita a una campagna pubblicitaria per sensibilizzare al restare a casa. Seine Kongruangkit e Matithorn Prachuabmoh Chaimoungkalo, per semplificare meglio conosciuti come Brave, hanno avuto l’idea al loro rientro dalla Thailandia. Secondo loro, infatti, il governo non stava comunicando i reali pericoli conseguenti alla pandemia del Covid-19. A Forbes, Matithorn ha affermato di aver avuto l’idea con il suo compagno d’avventure con lo stesso stile di sempre: “Abbiamo deciso di aiutare facendo quello che sappiamo fare meglio […]. Alcune persone pensano ancora che sia giusto uscire e rilassarsi, creando problemi a tutti noi. Quindi abbiamo preso una misura estrema: dando spoiler sui loro programmi Netflix preferiti”.

Seine Kongruangkit e Matithorn Prachuabmoh Chaimoungkalo

È anche per questo motivo che la campagna è stata lanciata direttamente sui social, il posto più frequentato della città, lo scorso giovedì 26 marzo. Netflix ha però rifiutato la campagna, prendendone le distanze, ma i Brave sono stati proprio bravi (scusate il gioco di parole) a tappezzare la città di cartelloni pubblicitari con i relativi spoiler, o meglio a far credere di averlo fatto sul serio.

Infatti l’iniziativa rispetta tutti i canoni del cosiddetto misunderstanding, anche perché i cartelloni veri e propri non esistono: non sono altro che fotomontaggi digitali. Tutta questa geniale trovata è falsa, ma chi può dirci che potrebbe avere il suo effetto se fosse vera? D’altronde senza Netflix, quarantena o no, non saremmo più gli stessi probabilmente.

Giuseppe Boccardi

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>