I film? Proiettiamoli sui palazzi

fin

Alice nella città lancia ‘Cinema da casa’: tutte le sere, alle 22, i film cult si vedono sulle mura degli edifici

“Illuminiamo le nostre città!”. E’ il grido con il quale Alice nella Città – sezione della Festa del Cinema di Roma – ha lanciato la sua idea dall’inizio dell’emergenza Coronavirus: ogni sera, alle 22, il cinema si vede da casa, sì, ma venendo proiettato sulle facciate dei balconi romani, ma anche di altre città. Da Nuovo cinema Paradiso a Mary Poppins, da Forrest Gump a Tempi Moderni, da Pulp Fiction a Mine Vaganti. Dopo le sessioni canore e i flash mob, è un ulteriore modo creativo di utilizzare i propri balconi.

Ma come si fa? Serve un videoproiettore, aprire la finestra e proiettare le sequenze senza audio del film prescelto, tra quelli che hanno fatto la storia del cinema capitolino, quelli che a ciascuno ricordano un pezzo di vissuto, qualcosa di importante. Ma “se non avete il videoproiettore – fanno sapere da Alice nella Città – scrivete i film e noi, attraverso i nostri canali social, li proietteremo per voi! Dopodiché condividiamo tutti assieme le immagini delle nostre finestre nei diversi luoghi delle città”. D’altra parte “il cinema ci unisce tutti”, dice Alice nella Città. Roma a parte sono diverse le città ad avere aderito al’iniziativa: Firenze, Bologna e Bari ma anche molte città estere.

 

 

L'Araldo dello Spettacolo sbarca online con interviste e materiale in esclusiva su Cinema, Arte, Danza, Musica, Teatro e Libri!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>